Sembra fantascienza, ma da quanto ha pubblicato oggi Repubblica.it è tutto vero. Milano, un tempo conosciuta come la città più all'avanguardia d'Italia per il suo cosmopolitismo, sembra piombata nell'oscurantismo della pulizia etnica. Pare si sia costituito il "Nucleo Trasporti Pubblici" dei Vigili che sosta davanti alle fermate in cerca di clandestini o presunti tali. Le differenze fisiche rispetto agli italiani sono la discriminante affinchè questi chiedano i documenti e comincino i controlli...

qualora il soggetto in questione abbia dimenticato i documenti scatta la presunzione di clandestinità, per cui viene caricato sul "bus-galera" con le grate alle finestre e una volta riempito il bus quattro volantia  tutta velocità lo scortano in centrale.

Ogni commento è inutile ma qualcuno deve rispondere di questa idiozia. Pubblichiamo di seguito le foto: