La Notte della Taranta a Pechino..
Martedì 2 maggio il concerto tratto dall’ultima edizione del festival - eseguito nel piazzale di Melpignano (Lecce) lo scorso 27 agosto 2005 - risuonerà a tutt’altra latitudine, nel parco di Chaoyang a Pechino dalle 18.00 alle 21.00 (ora locale), ospite della terza edizione della “Settimana della musica popolare di Chaoyang” che quest’anno rientra fra le iniziative della prima celebrazione in Cina dell'Anno della Cultura Italia – Cina.

Sul palco l’Orchestra Popolare La Notte della Taranta con il suo direttore Ambrogio Sparagna.

Invitando il prestigioso festival di musica tradizionale salentina, unico ospite del genere a Pechino dove per la prima volta un progetto musicale italiano viene ospitato per un’iniziativa di questa portata, il Dipartimento della Cultura di Pechino intende rendere omaggio a trentacinque anni di rapporti e scambi culturali
fra l’Italia e la Cina divenuti particolarmente intensi soprattutto negli ultimi anni e, nello specifico, vuole promuovere la conoscenza di questa tradizione musicale tipicamente pugliese presso il pubblico cinese. Al concerto saranno infatti invitati non solo i cittadini italiani residenti a Pechino ma, soprattutto, numerosi
rappresentanti di compagnie teatrali e musicali di varie nazionalità che operano a Pechino e che hanno rapporti con l’Italia; studenti e docenti di dipartimenti universitari di musica e danza dell’Università di Pechino; giornalisti e reporter di testate nazionali; organizzazioni culturali ed agenzie turistiche internazionali (oltre a semplici cittadini che avranno la possibilità di assistere liberamente al concerto).



L’iniziativa rappresenta per la Puglia un’occasione preziosa di "esportazione" di un prodotto culturale regionale che negli ultimi anni è diventato punto di riferimento nel palcoscenico estivo nazionale sia per il pubblico (lo scorso anno si sono calcolate circa 80.000 presenze alla Notte finale del festival) che per la stampa, nonchè veicolo di rilancio turistico dell’intera regione.



Il progetto di scambio è curato dagli enti che promuovono il festival:

Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione di Comuni della Grecìa Salentina e Istituto Diego Carpitella, in collaborazione con Princigalli Produzioni.