Il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, interviene in merito alle ultime decisioni di Trenitalia che, di fatto, penalizzano il territorio ionico.
“La decisione di Trenitalia di sostituire gli Eurostar ETR 500 con gli Eurocity, come denuncia tra gli altri il parlamentare ionico Ludovico Vico, la dice lunga su una visione aziendale che umilia il territorio tarantino e il sud della Puglia più in generale"

Non è la prima volta che intervengo su questo argomento, l’ho già fatto alcuni mesi fa per difendere i diritti dei viaggiatori che utilizzano la stazione ferroviaria tarantina per raggiungere le più importanti città italiane.
Non è insomma accettabile – prosegue Florido - che ogni piano industriale di Trenitalia finisca come sempre per danneggiare la nostra terra e dunque le nostre ambizioni di crescita economica e sociale. Una realtà territoriale come quella ionica, infatti, ha anche e soprattutto bisogno di efficienti collegamenti con il resto del Paese per esprimere al meglio le proprie potenzialità. Occorre dunque continuare a mobilitarsi per difendere gli interessi della Terra Ionica.
In qualità di massimo rappresentante della Provincia di Taranto, sto valutando quali iniziative adottare per contribuire alla positiva soluzione della vicenda.
Non escludo, pertanto, di convocare già nelle prossime ore gli attori sociali interessati per definire tutti insieme – conclude Florido - le forme e le modalità della nostra civile protesta”.