Frisullo: “Siamo molto soddisfatti. Credo che si tratti del riconoscimento del grande lavoro che abbiamo fatto in questi tre anni”...
"La crescita del PIL del 2,2 per cento – ha spiegato Frisullo – fa della Puglia la regione del Mezzogiorno con il maggior andamento positivo. Già l’ultimo Rapporto di Bankitalia sullo stato dell’economia pugliese, aveva confermato per la nostra regione una tendenza alla crescita, pur in un quadro di criticità infrastrutturali
 
Fortemente positivo l’andamento dell’occupazione: +2,2% (+28.000 unità in più) nel 2007. Una crescita che colloca la Puglia ben oltre lo 0% del Sud e il +1% del Paese e porta il tasso di disoccupazione all’11,2% (sino a qualche anno fa eravamo al 18%). Oggi i dati positivi emersi dal Rapporto Svimez 2008 ci dicono che la Puglia è l’unico territorio del Sud in controtendenza; una regione che, finalmente, sta dentro un processo di trasformazione e di riposizionamento del suo sistema d’impresa nella nuova divisione internazionale del lavoro”.

Questi risultati, secondo Frisullo, sono connessi con le politiche pubbliche nettamente orientate su due livelli: l’accelerazione della capacità di spesa relativa ad alcuni assi del POR, alcuni dei quali superano largamente l’80% della dotazione finanziaria, e l’approvazione di pochi ma efficaci strumenti normativi (distretti produttivi, riforma dei Consorzi, riforma del sistema fieristico) che da un lato consentiranno di rendere più efficiente e qualificata la spesa, e dall’altro, daranno certezza di tempi per il sistema d’impresa”.
 
“Siamo consapevoli – ha concluso Frisullo – che questi dati positivi non sono irreversibili. Sono risultati che vanno consolidati con un’azione di governo che punti ancora di più sulla modernizzazione del sistema produttivo pugliese e sulla buona qualità del lavoro. Questa è la sfida per i prossimi anni”.
 
(C) Sudnews.it