La tuffa - La Guardia di Finanza di Putignano ha accertato una truffa ai danni della Comunità Europea, dello Stato e della Regione per oltre 4 milioni di euro... {affiliatetextads 1, category, _plugin}Dalle attività ispettive è emersa l’esistenza di una organizzazione che emetteva e utilizzava false fatture, quantificate in circa 2 milioni di euro che hanno permesso negli anni tra il 2000/2001, ad un Consorzio di Avetrana successivamente trasferito a Noci , operante nel settore dell’abbigliamento, di beneficiare illecitamente di fondi co-finanziati dalla Unione Europea.

I dettagli - Le indagini coordinate dal P.M. Roberto Rossi e svolte dalle Fiamme Gialle di Putignano, hanno inoltre permesso di accertare che il Consorzio, per il conseguimento del contributo aveva falsamente documentato, entro i termini perentori prefissati dalla Regione Puglia, il completamento dello stabilimento ubicato nel comune di Locorotondo, nonostante il fabbricato si presentasse allo stato grezzo e privo di qualsiasi lavoro di rifinitura. , condizione non rilevata da un commercialista compiacente. Sei persone sono state denunciate a vario titolo, tra cui cinque imprenditori ed un professionista, per truffa aggravata finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche, emissione di fatture per operazioni inesistenti, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti, falsità aggravata in scrittura privata, abuso d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

http://www.ilpaesenuovo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=2888