Sono entrati in esercizio i primi 2 dei 5 acquistati dalle Fse per potenziare e migliorare (anche in fatto di puntualità) il servizio offerto alle migliaia di passeggeri che viaggiano quotidianamente in Puglia...

Sono entrati in esercizio i primi 2 dei 5 nuovi locomotori acquistati dalle Ferrovie del Sud Est per potenziare e migliorare il servizio offerto alle migliaia di passeggeri che viaggiano quotidianamente in Puglia con i treni FSE.

Si tratta di cinque nuovi mezzi ipertecnologici che stanno entrando in funzione gradatamente e che saranno tutti operativi entro la primavera del 2008. I primi due locomotori, il 410 e 411, entrati in esercizio subito dopo aver ricevuto le necessarie autorizzazioni, sono innovativi, come pure gli altri 3, nelle soluzioni meccaniche ed elettroniche adottate e sono equipaggiati con potenti motori Caterpillar. Per questo i nuovi mezzi sono considerati molto più affidabili e adatti a rendere più sicuro e confortevole, ma soprattutto più regolare e puntuale, il viaggio a bordo dei treni delle Sud Est. Il terzo locomotore, il 412, già in prova, è in attesa delle autorizzazioni per essere immesso in circolazione a breve e tutti e cinque, come i primi due, viaggeranno sulle tratte ferroviarie Bari – Taranto e Mungivacca – Putignano.

Si tratta, secondo la Direzione Esercizio delle Ferrovie del Sud Est, di una svolta innovativa nel sistema aziendale che, dopo tanti anni, consente di potenziare i treni delle FSE che percorrono quotidianamente migliaia di chilometri in tutta le regione al servizio della pubblica utenza. Tutto grazie ai 5 locomotori che garantiscono maggiore regolarità della circolazione ferroviaria, meno avarie e quindi meno problemi per i passeggeri FSE. Anche il personale di guida lavorerà in condizioni migliori. I nuovi locomotori, impiegati per far viaggiare i treni FSE su varie tratte, sono dotati di ogni comfort: dall’aria condizionata ai sedili ergonomici alle apparecchiature di controllo elettroniche. Il quarto e il quinto locomotore sono attesi a breve: il quarto entro un mese, mentre il quinto entro primavera, per migliorare il servizio offerto dalle Ferrovie del Sud Est.

 

(C) lagazzettadelmezzogiorno.it