Sulla Gazzetta del Mezzogiorno di oggi c'è un articolo della Poli Bortone dove afferma che la notte della Taranta è il doppiogioco Comunista... Avrà preso l'insolazione anche senza sole? Prima voleva che la Notte della Taranta (importantissimo strumento per la promozione del territorio salentino in tutto il mondo) fosse traslocata a Lecce (gli altri si fanno il culo e lei vuole le feste), ora si lamenta del fatto che la Provincia di Lecce dedichi alla festa "Notte della Taranta" 200.000 euro di contributo e alla festa del Santo Patrono di Lecce solo 20.000 euro.

Signora Poli, scusi se il mondo tutto conosce la Notte della Taranta (e per tale motivo anche il Salento con un incalcolabile ritorno sociale ed economico per tutte le popolazioni salentine) e ignori la festa del Santo Patrono (seppur importante) di Lecce. Daltronde ovunque si promuove il territorio con la festa dei patroni... o no?

Beh si dai, in un paesello almeno lo si fa.. feste che durano giorni e giorni per tutti i Santi possibili e inimmaginabili e oratori per tutti. Tanto delle strade e delle fognature che ci frega? Indovinate invece qual'è questo paese? Vi do un aiuto... i sindaci sono in due!