Manduria perde il punto nascite e nel PD c'è l'ammutinamento di massa

Manduria perde il punto nascite e nel PD c'è l'ammutinamento di massa

http://www.oltrefreepress.com/public/uploads/2011/07/ospedale-manduria.jpgDa tempo c'era il tira e molla dei vari gruppi di potere nei confronti del presidio ospedaliero Giannuzzi di Manduria. Così come da tempo si cercava di chiudere un punto nascite tra Manduria o Grottaglie in virtù del riordino ospedaliero generale della Regione Puglia. Ora la decisione sembra oramai ufficiale: Manduria perderà il reparto a favore di Grottaglie che invece lo conserverà. Questo ha causato la rappreseglia della locale sezione di Manduria del Partito Democratico con la fuoriuscita dal partito dell'ex segretario Pacifico, dell'attuale assessore provinciale Massaro, del'attuale consigliere provinciale Punzi, di Gianni Vico fratello del deputato L. Vico e dell'80% circa del gruppo manduriano.

Pacifico ha riportato quanto si sentiva comunque vociferare negli ambienti politici: «Sino a mezzogiorno di martedì – ha detto – Manduria aveva ottenuto il punto nascita poi a Bari si sono presentati l’assessore Pelillo con il segretario del Pd e il sindaco di Grottaglie e le cose sono cambiate. Con questa gestione spartitoria del territorio non ho più niente a che fare».

Una diatriba tutta interna al PD dunque che come al solito viene da lontano. Viene dalla lotta tutta interna al partito di bersani per il controllo dei voti e delle cariche; come dimenticare infatti un congresso congelato per più di un anno, un congresso poi svolto con condizioni che tutto sono tranne che democratiche (a detta degli iscritti dato che ci scrive non ha mai fatto parte del PD). Questa lotta vede per la prima volta anche la spaccatura del gruppo dirigente di Taranto città che fino a qualche anno fa ha retto il maggiore partito del centrosinistra; da un lato c'è Vico - Florido e qualche componente storico del partito (Blè o magari anche Mineo), dall'altra c'è Pelillo - Mazzarano.

Ma la lotta tra i gruppi, sopita momentaneamente con il congresso autunnale e le elezioni della primavera 2012, sembra essere ritornata in auge. C'è Mineo per esempio che da giorni invia comunicati stampa alle Redazioni chiedendo lumi sull'attuale gestione del partito provinciale e inviando anche la sua solidarietà a Manduria e al Gruppo Dirigente del PD dell'area tarantina orientale. C'è da scommettere che nei prossimi giorni ne vedremo delle belle, ma tra questi giochi di potere chi non trova alcun giovamento è proprio il territorio.