http://tg24.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/tg24/economia/2010/07/02/giovani_lavoro_disoccupazione2.jpgLa Provincia di Taranto mette a disposizione altre 200 borse lavoro per giovani e meno giovani in cerca di occupazione. Gli avvisi sono pubblicati sul sito www.provincia.ta.it, nella sezione news (notizia pubblicata il 18 aprile scorso). Per ulteriori chiarimenti è possibile contattare l'Assessorato provinciale al Lavoro e alla Formazione professionale. Questa mattina sono stati il presidente della Provincia di Taranto Gianni Florido e l'assessore al Lavoro, Luciano De Gregorio, ad illustrare nel dettaglio questa iniziativa nell'ambito del Piano di Attuazione 2012 del nuovo Piano Operativo FSE 2007/2013.

Per presentare la candidatura alla borsa lavoro c'è tempo fino al 16 maggio prossimo ma per evitare problemi e possibili strumentalizzazionihanno precisato i due rappresentanti istituzionali – "la valutazione di ammissibilità delle domande sarà avviata solo dopo la conclusione della tornata elettorale amministrativa che sta interessando la città di Taranto ed altri comuni di Terra Ionica". La borsa lavoro dura sei mesi. Semplice il meccanismo di assegnazione: le aziende interessate partecipano al bando comunicando i profili professionali a cui sono interessati, subito dopo si individuano le candidature idonee a soddisfare le specifiche richieste. In altre parole, si procederà all'incrocio tra domanda e offerta di lavoro.

Altra notizia: presto sarà convocato un incontro con Autorità portuale, parti sociali, mondo della scuola e dell'università con l'obiettivo di formare quelle figure professionali utili alle realtà produttive operanti nel settore marittimo e portuale. Due milioni e 100mila euro saranno invece impiegati per la platea dei lavoratori coinvolti nelle procedure di mobilità. Questa delega è stata infatti trasferita dalla Regione Puglia alle Province. Una politica dell'occupazione ad ampio raggio, dunque, per dare concretezza alle aspettative di futuro dei giovani ma anche per offrire un'opportunità di reinserimento lavorativo agli ultraquarantenni.