La protesta di taxi e trasportatori bloccata l'Eni, benzinai chiusiLo sciopero che ha paralizzato la Sicilia nei giorni scorsi corre ora lungo lo Stivale. Dalla Calabria è ora giunto in tutta la penisola e dalla nottata di oggi 23 Gennaio sono stati avviati i primi blocchi su tutta la rete autostradale italiana. In Provincia di Taranto si cominciano ad avvertire i primi disagi dato che in molte pompe di benzina il carburante è già esaurito dato che le stesse sono state prese d'assalto dagli automobilisti. Sino alla mezzanotte di venerdì continuerà l'annunciato blocco delle attività e il presidio delle più importanti arterie stradali dell'area ionica.

Attualmente gli autotrasportatori sono fermi sulla statale 106 (all’altezza della Raffineria Eni), sulla statale 7 (all’altezza dell’Ilva), sulla statale 7 ter zona San Basilio (svincolo Statte in direzione Ilva), sulla statale 106 (svincolo per l’area portuale Tct) ed a Manduria. Gli autotrasportatori protestano contro la crisi economica e i loro scarsi guadagni in virtù gli alti costi di gestione e del caro gasolio.

Gli autotrasportatori avranno anche le loro ragioni ma ciò che non possiamo non considerare è sempre il tempismo delle loro proteste. Come dimenticare l'autunno del 2007 quando misero in ginocchio il Paese per protestare contro il Govenro Prodi? E perchè mai durante il Governo Berlusconi mai hanno protestato o bloccato le strade? Il costo della benzina o i costi di gestione erano più bassi di quelli attuali? E se il Governo Berlusconi fosse ancora in vita ci sarebbe stato lo sciopero dei camion?

Domande legittime se si pensa che generalmente essi sono sempre stati a favore di Berlusconi probabilmente a prescindere dalle condizioni congiunturali dato che il capo dei padroncini sedeva e siede in Parlamento. Pino Aprile parla di un movimento di protesta che parte dal Sud per gridare le proprie ragione all'Italia.

Magari fosse così. La protesta degli autotrasportatori in Italia (a parte la Sicilia forse) ha ben altre ragioni. Ragioni che guarda caso sono quasi ad orologeria.