Oggettivo avanzamento dei programmi di investimento pubblici e privati riguardanti l’area tarantina. Di questo avviso è la Consulta per lo Sviluppo riunitasi questa mattina a Palazzo del governo. A coordinare i lavori è stato il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido; attorno al tavolo i rappresentanti di Comune di Taranto, Autorità portuale, Camera di commercio, Assindustria e Cgil, Cisl e Uil.Nel merito, per quanto riguarda l’investimento Cementir, il Comune di Taranto, rappresentato nell’occasione dal vicesindaco Gianni Cataldino, ha fatto sapere di aver indicato le cosiddette “compensazioni” a beneficio del territorio tarantino.

Tre gli interventi individuati e di cui si dovrà eventualmente fare carico la Cementir: rifacimento del campo scuola al quartiere Salinella; piantumazione di un numero consistente di alberi al rione Tamburi; realizzazione di un rondò nei pressi della Cementir. In merito al progetto Eni Tempa Rossa, Comune e Provincia di Taranto hanno espresso parere favorevole. Per la centrale Enipower, invece, il Comune di Taranto farà conoscere le sue definitive determinazioni entro la metà del prossimo mese di settembre.

La Consulta per lo Sviluppo tornerà a riunirsi tra non più di due settimane per assumere una posizione unitaria su alcune questioni di particolare interesse per la Terra Ionica quali lo sviluppo dell’aeroporto di Grottaglie, la bonifica del mar Piccolo in relazione alla vicenda delle cozze inquinate, la sistemazione delle aree portuali di Taranto.