Continua il "piano straordinario per il lavoro" della Regione Puglia. Dopo la "Dote Occupazionale" che andava ad incentivare l'assunzione a tempo indeterminato di personale tramite la copertura del  50% del costo salariale lordo per 12 mesi per un importo massimo concedibile di € 20.000 per persona assunta, ora tocca agli stagionali e agli LSU che saranno occupati per la pulizia e la manutenzione delle spiagge.

Grazie all’avviso i datori di lavoro potranno ricevere fino ad un massimo di 1.800 euro per ciascun lavoratore che sia stato assunto a tempo determinato per più di tre mesi ed esclusivamente ad orario pieno. In pratica saranno erogati 600 euro per ciascuna mensilità successiva alla terza, dunque ogni contratto regolare di oltre tre mesi, per effetto dell’incentivo, sarà prolungato fino ad altri tre mesi. Queste assunzioni dovranno essere (o essere state) effettuate necessariamente nel territorio della Puglia in un periodo che va dal 1° maggio 2011 fino al 31 dicembre 2011.

Intanto un’altra azione del Piano, legata al turismo stagionale ma anche alla salvaguardia dell’ambiente, è stata potenziata. Si tratta dell’utilizzo dei Lavoratori Socialmente Utili (LSU) per la pulizia delle spiagge. L’intervento è stato portato dai 600mila euro iniziali ad oltre 1milione 820mila euro. L’incremento si è reso necessario perché i Comuni interessati sono risultati in numero maggiore rispetto alle risorse riservate in precedenza. Con questi ultimi due interventi, le azioni del Piano per il Lavoro salgono a quota 11 e il totale delle risorse già impegnate arriva ad oltre 113milioni 891mila su un totale di interventi pari a 340miloni di euro.