Continua la travagliata fase pre congressuale (che dura da quasi due anni oramai) del PD Ionico. Fino a qualche mese fa i contendenti erano tre, Scarcia e Santoro per la maggioranza e Protera per la minoranza emiliana ma sembra che si stia definendo una santa alleanza tra l'area Vico-Lemma, Mazzarano-Pelillo e Florido-Battafarano per convergere su un nome condiviso dai "Bersaniani" che potrebbe essere rappresentato da Francesco Parisi, organo di partito attualmente commissario in Campania della federazione giovanile piddina. Nel frattempo in mezzo a questo caos emerge il movimento di Albisinni, ex assessore provinciale all'agricoltura in quota UDC, dal nome Taranto C'è

I manifesti di questo ennesimo movimento sono apparsi nel capoluogo ionico ieri mattina e sembra che dietro Albisinni ci sia sempre il movimento dell'instancabile Gianni Florido che cercherebbe in tal modo di creare un'area moderata simile alla sua "Lista Florido" per tirare la volata alle prossime elezioni amministrative 2012 nella città di Taranto. Non tutto il centrosinistra infatti sembra convergere sulla riconferma di Stefàno nonostante abbia avuto il merito di aver tirato fuori la città dalla palude del dissesto in cui era stata confinata dal solito centrodestra incapace e spendaccione.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Comunque il congresso PD e il nuovo movimento che vuoi o non vuoi fa capo a Florido si inseriscono nella gestione delle prossime candidature alle Politiche: Florido al Senato e Vico nuovamente alla Camera? E Pelillo attualmente assessore regionale al bilancio? Magari candidato alle primarie del centrosinistra per le amministrative di Taranto? Ma Stefàno ha già fatto sapere che lui non intende passare per le primarie dato che ha terminato solo il primo mandato e quindi un eventuale candidato alternativo potrebbe bissare la brutta figura di Florido nel 2007 sconfitto senza onore proprio dal medico tarantino. Inoltre sembra che una certa area moderata tarantina appoggi comunque Stefàno.

Comunque sia, fino alle prossime elezioni ne vedremo davvero delle belle. Ieri invece i giovani PD ionici hanno richiesto, a suon di musica, che nel PD Ionico si ritorni a parlare della "questione generazionale". Non si capisce però se tale richiesta venga fatta per principio o per appoggiare la candidatura alla segreteria provinciale appunto di Francesco Parisi, dirigente nazionale proprio del Giovani Democratici.

Ah, l'area Emiliano al congresso PD? Non pervenuta.