Ieri sera sulla Oria - Manduria nelle vicinanze del campo profughi è morto un tunisino investito da un'automobile condotta da una signora che andava in direzione Oria. Non è che una morte annunciata questa visto che da settimane diversi attori istituzionali e non hanno ricordato agli enti competenti che quella strada con l'attuale via vai di profughi a piedi è pericolosissima per la mancanza di illuminazione e per le carreggiate strette.

Proprio qualche giorno fa Pomarico, assessore provinciale di Brindisi aveva richiesto che fosse istituito un servizio navetta a servizio del Campo Profughi.