A manifestarlo è Sinistra Ecologia e Libertà della Provincia di Taranto, che si associa alle dichiarazioni fatte dagli Assessori regionali Fratoianni ed Amati sulla questione relativa alla tendopoli per 720 posti, individuata dal Ministero, appunto a Manduria nel territorio tarantino. All’annuncio del sottosegretario Mantovano che indica in Manduria il primo dei Centri di Identificazione ed Espulsione “perché è quello che si trova nelle condizioni più adatte” aggiungendo anche di “sperare che i clandestini vengano restituiti alla Tunisia per ripristinare il meccanismo di controllo”, la Puglia risponde NO. :

{affiliatetextads 1,,_plugin}In primis sottolinea SEL, va a chiare lettere evidenziato tutto il nostro sostegno e la nostra solidarietà alle persone che giungono qui in preda alla disperazione e in fuga verso la libertà. Non possiamo e non dobbiamo esimerci dal tendere una mano al fratello che è in difficoltà! Ma non tolleriamo distinzioni e men che meno comportamenti irrispettosi ed incivili che vogliono passare per operazioni di ordine pubblico.

Nella Puglia che già ha dimostrato quanto sappia stringere nell’abbraccio il fratello che chiede aiuto e ricordiamo quanto avvenne con l’Albania, non possiamo e non vogliamo permettere episodi di razzismo e di disumanità.