Arci res Avetrana: mobilitazione anti nucleare

Arci res Avetrana: mobilitazione anti nucleare

Come tutti i lettori di Avetrana.org sapranno la situazione in Giappone è oramai fuori controllo. Da sabato si susseguono scoppi nella centrale nucleare di Fukushima e proprio questa notte ci sono stati altre due esplosioni. I quattro reattori della centrale sono malfunzionanti e praticamente due di essi sono privi di copertura di cemento visto che è esplosa sotto l'urto dell'idrogeno radioattivo. Le barre del combustibile in tre reattori su quattro rischiano la fusione con conseguenze che sono difficilmente immaginabili.

La cintura di emergenza è stata allargata a trenta chilometri intorno alle centrali, vi è un costante e progressivo aumento delle radiazioni nel territorio e addirittura un aumento della radioattività è stata riscontrata anche a Tokyo che dista 250 km dalla centrale in questione.

Ciò che la triste esperienza giapponese deve insegnare è che questa forma di energia non è governabile e ogni emergenza può essere fatale. Per questo chiediamo la mobilitazione della popolazione per una seria presa di coscienza sulla scellerata scelta del Governo Italiano di reintrodurre il nucleare in Italia. In Avetrana l'arci è da diversi anni oramai attiva sul tema ed è ora il referente locale per il Comitato Nazionale Votiamo SI per fermare il Nucleare che da pochi giorni ha avviato l'attività promozionale in vista del referendum sul nucleare che si terrà nella tarda primavera.

Per partecipare alla mobilitazione come singoli o come associazioni basta inviare una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.