Il bando di gara per l'assegnazione della Fiera Pessima di Manduria non ha avuto di certo un esito positivo. Nessuno infatti ha voluto partecipare alla gara e quindi ufficialmente non vi è alcun ente esterno interessato alla gestione e all'organizzazione dell'evento manduriano che si ripete da circa 270 anni. Fiera della discordia quindi visto che per organizzare il bando è saltato anche il vicesindaco che al bando stesso era contrario dato che premeva per l'affidamento diretto alle associazioni di categoria rappresentative del territorio.

Ora che succederà? Non è facile prevederlo visto che la giunta comunale non naviga certo in buone acque a causa dell'instabilità che la sta caratterizzando nonostante le ultime elezioni si siano tenute appena qualche mese fa. Tecnicamente pare non ci sia nemmeno più il tempo per organizzare una nuova gara per cui una soluzione sarebbe quella della gestione diretta della campionara oppure scegliere di non farla visto che manca poco meno di un mese e si naviga a vista.

Può darsi però che questa sia anche un'occasione per portare la pace all'interno dell'amministrazione visto che potrebbe tornare, chissà, in auge la proposta dell'ex vicesindaco Capogrosso. Certo, nel caso dovesse verificarsi quest'ultima opzione, più di qualcuno perderebbe la faccia.