Mercoledi’5 Maggio 2010, si è svolta presso la sede AGE la prima riunione di costituzione del “Comitato Referendario Acqua Bene Comune “di AVETRANA.  All’incontro hanno partecipato rappresentanti di ARCI, Rifondazione Comunista, Sinistra Ecologia e Libertà,Pd,Avetrana Soccorso,AGE, Pro Loco, Centro Studi Danza,Il Grande Salento,CGIL,il sig. Leonardo Giangrande.  Il Comitato si pone come obiettivo principale il sostegno alla battaglia per la tutela dell’acqua bene pubblico e contro ogni ipotesi di privatizzazione, a cominciare dall’attiva partecipazione alla campagna referendaria lanciata a livello nazionale dal Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua.

http://nuovistilidivitapadova.files.wordpress.com/2010/03/acqua.jpg

I tre quesiti referendari, già depositati in Cassazione, chiedono, infatti, l’abrogazione di tutte le norme che hanno aperto le porte della gestione dell’acqua ai privati e fatto della risorsa bene comune per eccellenza una merce.
Il Comitato vuole essere un luogo aperto, con l’obiettivo di costruire un fronte quanto più possibile ampio, coinvolgendo associazioni, forze politiche e sindacali, ed Istituzioni, ma soprattutto i diretti interessati: donne e uomini che non vogliono veder legato il proprio diritto al vivere a norme di leggi che privatizzano la stessa fonte primaria di vita.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Il Comitato, farà la prima uscita ufficiale Domenica 9 Maggio : saranno allestiti banchetti in piazza Vittorio Veneto, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 per la raccolta delle firme e per una diffusa informazione a tutta la cittadinanza. Il Comitato inoltrerà, altresì, una formale richiesta al Consiglio Comunale di modificare lo Statuto Comunale, introducendo la dicitura che “l’acqua è un bene comune privo di rilevanza economica”.

Sarà attivata una mailing list dedicata alla campagna referendaria per diffondere rapidamente tutte le informazioni, le iniziative e i documenti prodotti dal Comitato. Oltre, ovviamente, al sito nazionale www.acquabenecomune.org , che è possibile consultare in ogni momento.

Il Comitato ha indicato come propri Referenti Milvia Renna e Antonio Forte, che avranno il compito di mantenere i contatti con i Referenti del Comitato provinciale e regionale.
L’adesione al Comitato, come sopra ricordato, è libera ed aperta a tutti, con l’unico limite di condividerne obiettivi e finalità.


Chi volesse essere inserito nella mailing-list deve fornire il proprio indirizzo e-mail.


. Il Comitato