http://www.radiodiaconia.it/news/admin/uploadpics/12ebefbef4592a5.jpg"La Regione Puglia sosterrà tutte le iniziative provenienti dai cittadini in favore della gestione pubblica dell'acqua promosse con assoluta certezza e senza ambiguità". Lo ha sottolineato questa mattina a Bari l'assessore regionale alle Opere pubbliche Fabiano Amati durante la conferenza stampa di presentazione della campagna referendaria "L'acqua non si vende", promossa dal Forum italiano Movimenti per l'Acqua in vista del 25 aprile, data in cui saranno infatti avviate iniziative per la raccolta delle firme sui tre quesiti che chiedono di fermare la privatizzazione dell'acqua, il ritorno alla pubblicizzazione e l'eliminazione dei profitti sul bene comune acqua.

{affiliatetextads 1,,_plugin}"La gestione pubblica del servizio idrico integrato - ha sottolineato Amati - è una questione di giustizia e di equità che non deve lasciare spazio ad incertezze. Per noi non si tratta certo di un argomento nuovo ma di un profondo convincimento che ha mosso la nostra azione durante la scorsa legislatura. Oggi dunque rispetto al concetto dell'acqua pubblica, la Regione Puglia ha solo il dovere di proseguire nel percorso intrapreso e lo farà non appena si insedierà il Consiglio regionale. Alla luce di questo, non possiamo che sostenere, aiutare e propagandare qualunque iniziativa proveniente dalla società civile".