http://www.tuttosporttaranto.com/journal/images/stories/fruit/stemmaprovinciataranto.gif“Prima i fatti, poi i commenti, infine le strumentalizzazioni se proprio fanno comodo ad un certo modo di fare informazione”. L’assessore provinciale ai Lavori pubblici, Costanzo Carrieri, non le manda certo a dire e risponde così punto su punto alle polemiche di questi giorni. E lo fa citando atti ufficiali e progetti circa gli interventi programmati e realizzati dalla Provincia in materia di sicurezza stradale e viabilità. “In coerenza con l’azione amministrativa degli ultimi cinque anni – ha detto questo mattina Carrieri, incontrando i giornalisti – anche in questi primi mesi dela nuova consiliatura abbiamo investito ingenti somme di denaro per la viabilità. I fatti: messa in sicurezza per la provinciale Mottola-Noci, 300mila euro; illuminazione sulla strada per Torricella allo svincolo per Maruggio, 350mila euro; 800mila euro per la rotatoria sulle provinciali 10 e 13 nel versante occidentale della Terra Ionica.

Questi ed altri interventi sono stati progettati e realizzati in pochi mesi, tanto che anche il Comitato per la sicurezza della Prefettura di Taranto ha manifestato apprezzamento per il nostro lavoro ed il modo con cui operiamo”.
Poi l’esponente della giunta Florido, affiancato nell’occasione dal collega di giunta Umberto Lanzo, ha parlato delle strade provinciali 12 e 14. Ancora una volta, il primato ai fatti. “A settembre, - ha aggiunto Carrieri - delibera di giunta provinciale alla mano, abbiamo stanziato 185mila euro a favore del comune di Castellaneta affinché si occupasse della sistemazione e messa in sicurezza delle due strade. Una scelta dettata dal fatto che lo stesso comune aveva già affidato i lavori di consolidamento degli argini del fiume Lato e di innalzamento del ponte che unisce, appunto, le due provinciali. L’idea, condivisa dal comune di Castellaneta, era quella di accelerare l’esecuzione dei lavori affidando l’appalto alla ditta che stava già operando sul posto. E così è stato.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Per quanto di nostra competenza, infatti, i lavori sono stati completati. C’è però un altro problema che di fatto impedisce l’apertura al traffico della provinciale 12 e cioè la messa in sicurezza del costone che è soggetto a frane. Per questo intervento, l’Amministrazione comunale retta da Italo D’Alessandro ha impegnato la somma di 1 milione e 300mila euro. Per riepilogare: la Provincia di Taranto ha fatto ciò che doveva fare. Detto questo, non mi sento di scaricare le responsabilità di eventuali ritardi sul comune di Castellaneta. Opere così complesse impongono di procedere con la massima prudenza e qualche contrattempo può sempre esserci”.

Intanto, la giunta provinciale ha già approvato la delibera riguardante i progetti esecutivi per realizzare altre opere: rotatoria a Palagiano in località Madonna della Neve, 150mila euro; rotatoria in agro di Manduria sulla cosiddetta strada tarantina s.p. 141, 200mila euro; sistemazione del raccordo all’uscita dell’autostrada nei pressi di San Basilio (s.p. 23) per un importo pari a 70mila euro; e ancora: 80mila euro per la messa in sicurezza della provinciale Laterza-Altamura. Questi interventi saranno cantierizzati tra la fine dell’estate e l’inizio di settembre.
Infine una battuta sui lavori per la Tangenziale Sud: “l’opera è stata appaltata, la fase dello sbancamento è stata avviata e la gestione del cantiere è affidata ovviamente alla società che si è aggiudicata l’esecuzione dell’opera. Detto questo vigileremo ma, anche in questo caso - ha cconcluso Carrieri - la Provincia ha fatto fino in fondo il proprio dovere”.