Al termine della manifestazione svoltasi a Montaguto il Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese ha ribadito con chiarezza che in questa occasione sono state poste in risalto le responsabilità di chi amministra male, creando un grave danno al Mezzogiorno d'Italia. “Montaguto – ha affermato Ferrarese – rappresenta l'emblema del disinteresse per il Mezzogiorno. Ne costituisce una conferma la dichiarazione dello stato di emergenza oggi, dopo ben 46 giorni, e per giunta solo dopo che noi avevamo minacciato di dar vita alla mobilitazione generale.

La nostra, comunque, non è stata una manifestazione contro qualcuno ma a favore di una politica diversa e soprattutto di una uguaglianza di diritti tra chi oggi ha la possibilità di viaggiare in treno nel comfort ed a 300 chilometri orari e chi non ha la possibilità neanche di usufruire del trasporto ferroviario.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Siamo soddisfatti per quello che è accaduto oggi perché per la prima volta centinaia di assessori e consiglieri provinciali e comunali, presidenti di provincia e sindaci hanno raggiunto un posto-simbolo per manifestazione tutti insieme.

E Montaguto deve rimanere impressa nella nostra memoria perché in futuro non accadano disastri annunciati, come in questo caso, da oltre due anni".

Brindisi, 16 aprile 2010 - brindisireport.it