Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sarà in visita all'Università di Lecce il prossimo 15 settembre. Ad accogliere l'alta carica dello Stato il Rettore dell'ateneo salentino Oronzo Limone.
"È un grande onore per l’Ateneo da me diretto confermare che il Presidente ha deciso di scegliere il nostro Ateneo per un breve incontro il 15 p.v." dichiara Limone - insieme a molti altri impegni nel Salento.
Le modalità ed i tempi della visita sono dettati da esigenze di protocollo e di cerimoniale del Quirinale.
"Sarà mio privilegio presentare l’Ateneo salentino - continua il Rettore - con la propulsività dei numerosi gruppi di ricerca, dell’impegno quotidiano dei suoi circa 800 docenti, dell’alacre vita di studio, di crescita umana e culturale, dei nostri circa 30.000 studenti, dell’attiva collaborazione del comparto tecnico-amministrativo costituito da circa 600 unità indispensabili, a muovere un lavoro quotidiano".
L’incontro si svolgerà alla presenza degli organi di governo dell’Ateneo e delle rappresentanze delle categorie che lo costituiscono.
"Dopo il mio intervento, il collega Cingolani esporrà le caratteristiche dei laboratori di Nanotecnologia e le applicazione delle sue ricerche".
È previsto un indirizzo di saluto del responsabile dei dottorandi.
Il saluto del Presidente concluderà la riunione.
La Vostra presenza all’interno del rettorato, per seguire l’evento, sarà garantita nei modi e nelle forme che vi saranno comunicate dalla Prefettura di Lecce.
Il fatto che il Presidente abbia manifestato una particolare curiosità per le ricerche di nanotecnologia è un ulteriore motivo di orgoglio. Le nanotecnologie da sole non possono cambiare la società ma rappresentano un veicolo di disseminazione culturale, di comunicazione scientifica e di coscienza tecnologica che fa da attrattore a molte altre qualificate ed eccellenti realtà di ricerca di questa università.

(C) Sudnews.it