L'Acquedotto Pugliese ha inaugurato oggi il suo primo parco fotovoltaico sul grande serbatoio idrico della centrale di pompaggio del Parco del Marchese (Taranto). L'installazione, spiega una nota, si estende su un'area di circa 30 mila metri quadrati, ha una potenza di picco di un Mega Watt, ed e' composta da 4.620 pannelli fotovoltaici e da oltre 20 km di cavi e sistemi intelligenti per la gestione in remoto. L'impianto di Parco del Marchese, dove e' stata inserita l'installazione, con una capacita' di spinta di 7 mila litri di acqua al secondo e' "tra i piu' grandi d'Europa".

{affiliatetextads 1,,_plugin}Grazie a questo parco fotovoltaico l'Acquedotto Pugliese "sara' in grado di produrre in un anno circa 1,4 mila kWatt/h, una quantita' sufficiente a servire un Comune di 3.000 abitanti. Inoltre l'impianto consentira' il risparmio di circa 750 tonnellate annue di emissioni di CO2, contribuendo alla tutela dell'ambiente.

''Per effetto delle condizioni morfologiche del territorio in cui opera - ha dichiarato Ivo Monteforte, amministratore unico di Acquedotto Pugliese - il nostro sistema idrico e' caratterizzato da consumo di energia molto elevato, con una bolletta elettrica di circa 70 milioni di Euro all'anno, circa lo 0,02% del consumo nazionale. L'energia prodotta servira' per autoconsumo senza alcuna re immissione in rete''.