http://www.lagazzettadisansevero.it/public/puglia-prima-di-tutto.gifDa giorni la destra parla di "legalità". Un ottimo discorso che vale ovviamente solo per gli avversari politici, se riguardano gli esponenti del Pdl chiaramente la legalità viene derogata sull'altare del potenziale elettorale dei vari soggetti coinvolti. Nonostante non abbiano proprio un curriculum immacolato difatti nelle liste del centrodestra ci sono svariati personaggi di cui non si parla ma che non sono proprio trasparenti (fonte, commento de "La gazzetta del mezzogiorno"):

LISTA:Puglia prima di tutto:

1)FRANCESCO PISTILLI. L'ex sindaco di Acquaviva delle Fonti condannato a un anno e sei mesi per corruzione.
2)TATO GRECO, indagato dalla procura di Bari per associazione a delinquere nell'ambito dell'inchiesta sull'affare Tarantini. Ha minacciato l'allora assessore al Bilancio e attuale candidato governatore del pdl, Palese: «Oggi siamo andati da Rocco per parlare della clinica... Brutto è stato ma.... Gli ho detto: Rocco vedi che se succede qualcosa alla mia famiglia tu non assisterai a uno scontro amministrativo con noi, ma fisico ho detto, ti vengo a prendere ovunque stai...» (intercettazione).

LISTA:I pugliesi per il presidente

3)FABRIZIO CAMILLI. Due anni fa l'imprenditore petroliere salentino finì in carcere con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla frode al fisco

Allora cari amici di destra, evitate di fare i moralisti ed adottate il meccanismo del Presidente Vendola, non candidate o fate ritirare la candidatura dei soggetti coinvolti nel malaffare. Allora si che le vostre dichiarazioni avrebbero un senso.