http://www.accademiadeisensi.com/public/adscommunity/public/upload/imgnews/aldo_moro.jpgIn occasione delle Primarie del centro sinistra, che si svolgeranno domani domenica 24 gennaio, il Centro Studi “Aldo Moro” di Terlizzi voterà compatto ed unito Nichi Vendola. Ecco il testo integrale dell'appello. «Il Centro Studi ha fatto una scelta che si configura come: - una scelta di coerenza perché da quando si è iniziato a parlare di possibili candidati del centro sinistra per la Presidenza della Regione Puglia è sempre stato a favore della ricandidatura del presidente uscente Nichi Vendola senza tentennamenti, ripensamenti, rimorsi o giochi di prestigio. Sin dall’inizio il Centro Studi ha creduto fortemente nel dover confermare il presidente uscente per una questione di linearità, senza cambiare mai idea, come invece è stato fatto da altri...

- una scelta coraggiosa perché si oppone a quanti, sviluppando un pensiero sostanzialmente unico ed impermeabile al confronto, hanno ritenuto opportuno dar precedenza ad un pasticciato sistema di alleanze, preferendo palesemente la quantità dei voti alla qualità dell’operato politico;

- una scelta di continuità con quanto fatto fin ora dal Governo della Regione Puglia: noi pensiamo che Nichi abbia governato bene e senza ipocrisie lo riconfermiamo alla guida della nostra Regione senza se e senza ma. Noi siamo anche convinti che molto è stato fatto e fatto bene: pensiamo alla stabilizzazione dei precari nel settore della salute; alle politiche giovanili – Bollenti Spiriti, Principi Attivi, Patto Etico – che sono all’avanguardia a livello nazionale; agli investimenti sulle energie rinnovabili – come il fotovoltaico; la dura lotta per mantenere bene pubblico l’acqua che ogni giorno beviamo; gli investimenti sulla cultura come il progetto “Teatri Abitati – residenze teatrali in Puglia” e l’Agis Card; le agevolazioni sui costi del biglietto per i pendolari e gli studenti sui treni; la battaglia per far riconoscere la L. 109/1996 sui beni confiscati alle mafie. Se volessimo restringere il campo a Terlizzi molto è stato fatto: potenziamento della “Ferrotramviaria” con nuovi treni, nuove stazioni, nuove corse; finanziamenti che hanno permesso alla Pinacoteca “Michele de Napoli” di poter essere riaperta; ma molto è anche in cantiere: i finanziamenti per il teatro “Vito Giuseppe Millico”; gli 8 milioni di euro per il ponte e il sottovia di Terlizzi; i finanziamenti per il “Mat”;

{affiliatetextads 1,,_plugin}- una scelta lungimirante perché tanto ancora Nichi può dare a Terlizzi e alla Puglia;

- una scelta di cuore e passione.

Il Centro Studi Politici “Aldo Moro” vota Nichi Vendola alle Primarie di domani e invita anche tutti i terlizzesi e i pugliesi che condividano la nostra ragionata riflessione a fare lo stesso, perché noi la politica la facciamo non per lavoro, non seguendo i diktat di alcuno, non per professione, ma con sentimento e passione».