Pubblicate sul Bollettino ufficiale della regione Puglia n.176 di oggi le graduatorie del progetto 'Diritti a scuola'. Il progetto prevede un finanziamento di 22 milioni di euro della regione per contrastare la dispersione scolastica e i tagli del personale (insegnanti, personale Ata e amministrativo). Dopo il bando pubblico del 1 ottobre, sono stati presentati all'assessorato alla Formazione professionale 729 progetti (ammessi 639) da parte di 336 istituti scolastici (ammessi 291).

{affiliatetextads 1,,_plugin}Di questi, 561 progetti hanno trovato capienza nelle risorse disponibili e saranno finanziati esaurendo l'intero budget. La pubblicazione della graduatoria e la sottoscrizione del protocollo di intesa operativo fra assessorato e direzione regionale scolastica rendera' possibile far partire i corsi dal 15 novembre con possibilita' di lavoro per oltre 1.500 fra insegnanti e personale, per 6 mesi, con stipendi superiori a quelli statali e con mantenimento del punteggio nelle graduatorie.

"Benche' i nostri criteri di arruolamento del personale scolastico - hanno dichiarato gli assessori al Lavoro e Formazione professionale, Michele Losappio, e alla Pubblica Istruzione, Gianfranco Viesti - fossero diversi da quelli poi sottoscritti con la direzione scolastica regionale consideriamo comunque come un fatto di straordinaria importanza che in Puglia si sia potuto procedere a un'iniziativa cosi' perentoria contro la dispersione scolastica e attutire i danni provocati dai tagli della Gelmini. Questo e' stato possibile grazie all'iniziativa della regione e all'intesa raggiunta dal presidente Vendola".

(adnkronos)