La sicurezza, tema portante nella scorsa campagna elettorale condita dalla scientifica diffusione di paure create ad hoc nella popolazione pare che sia oramai uscita fuori di scena. A quanto pare nemmeno il problema dei clandestini è oramai veramente un problema...

http://gianlucaalbanese.files.wordpress.com/2009/03/maroni.jpgMa questo non perchè in Italia siano diminuiti gli atti di violenza o gli sbarchi dei clandestini, anzi a quanto pare rispetto all'anno scorso sono aumentati con cifre che vanno dal +70/+80%. Settimanalmente giungono voci da lampedusa di insurrezioni nei centri di permanenza temporanei chiaramente in veste di un trafiletto di ultima pagina. Giornalmente ci sono migliaia di disperati che attraccano alle nostre coste o muoiono in mare. Per assurdo, pare che dal momento in cui il Governo Berlusconi abbia pagato l'obolo di migliaia di miliardi a Gheddafi ci sia stato un ulteriore exploit degli arrivi.

E la criminalità è veramente in calo nelle città? Se provate a sfogliare i giornali (che non siano chiaramente Libero, Il Foglio, Il Giornale che si sa sono foraggiati dai soldi di Berlusconi -e anche nostri a dire il vero-) vedrete, anzi leggerete che giornalmente c'è uno stupro in qualche grossa città tipo Roma o Milano. Ovviamente nessuna di questa notizia viene passata in TV e per dire la verità, nemmeno i giornali anti-governativi escono oramai con i titoloni da "allarme sociale".

Che è successo? Che in realtà rispetto al 2008 nulla è cambiato, anzi con il nullafacente e fannullone Maroni abbiamo sbarchi a go'go', in questi giorno più di un migliaio di ospiti del CPT di Lampedusa saranno liberati con un "quasi indulto". Ma la colpa non è mai del Governo o della Lega, la colpa è sempre dei comunisti infiltrati nel PDL che  talvolta votano contro Maroni.

Facendo due conti a Maroni conviene che gli sbarchi aumentano, così di riflesso la gente avrà più paura e si farà nuovamente infinocchiare dalla Lega Nord che oltre a promettere arresti per tutti nulla produce. Però son bravi a fare proclami, ogni tanto escono con una grande balla sulla sicurezza (obbligo di denuncia dei dottori per esempio o le oramai archiviate ronde) che poi non potranno mantenere per ovvi motivi di salute pubblica e di conformità costituzionale.

Oltre che dei comunisti infiltrati, la colpa di questa rimozione generale è da attribuirsi alla stampa. Giornalisti che non fanno il loro lavoro ma che svolgono pura attività mercenaria. Giornalisti che per puro gioco politico sono succubi della "notizia del momento", di quello che accade poi giornalmente nelle nostre città se ne infischiano altamente.