La sentenza sul caso Mills è in dirittura di arrivo (pochissimi mesi o giorni) e potrebbe portare a una condanna all'attuale Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi...

e Berlusconi cosa fa? Innanzitutto comincia ad attaccare come suo solito i giudici, specificatamente quelli implicati nella sentenza Mills, poi si costruisce con l'assenzo chino della maggioranza una sua legge grazie alla quale tenterà di svincolarsi anche da questo impiccio. Praticamente la nuova norma già approvata in un ramo del Parlamento permette lo stop ai processi per fatti penali accaduti fino al 30 Giugno 2002 e che prevedono una pena inferiore ai 10 anni. Quindi è come un vestito cucito su misura, di fatto la sentenza che potrebbe dar fastidio a Silvio viene bloccata per 1 anno in attesa della ri-approvazione dell'ex lodo Schifani sulla non punibilità delle prime cinque cariche dello Stato tra cui ovviamente ricade anche Silvio.

Questo comporta inoltre non solo lo stop al processo per il Premier ma anche lo stop per un anno dei processi che riguardano: il sequestro di persona, l'estorsione, la rapina, lo stupro, l'associazione per delinquere, le frodi fiscali, la corruzione, l'abuso d'ufficio, l'immigrazione clandestina, la detenzione di materiale pedopornografico, le molestie e maltrattamenti in famiglia, gli omicidi colposi per colpa medica o a seguito di incidenti stradali, il traffico di rifiuti. E ovviamente anche il processo sul caso Oil For Food che vede implicato il Presidente della Regione Lombardia Formigoni..che faceva schifezze con l'allora Rais Saddam Hussein.