Tre anni di Governo Berlusconi, risultato: l'IVA passa al 21%

Tre anni di Governo Berlusconi, risultato: l'IVA passa al 21%

http://www.tagsoftegypt.com/supermarket.jpgSarebbe oramai ufficiale, nella manovra finanziaria che dovrà rapidamente essere approvata dal Parlamento sarà prevista l'aumento dell'IVA che passa dal 20% al 21% aumentando perciò il prezzo al consumo di una vastissima platea di prodotti di utilizzo comune. L'aumento dell'aliquota al 21% colpirà giocattoli, televisori, auto e moto, abbigliamento e calzature, taglio e piega dal parrucchiere, caffè, vino e cioccolato con molte voci che riguardano la spesa per la casa. Rientrano nel computo anche i detersivi, ma persino gli stabilimenti balneari e i pacchetti vacanza con conseguenze negative - secondo Confcommercio - per i consumi.  Questo incremento porta l'Italia in testa alla classifica dei vari regimi di aliquote ordinarie praticati dai maggiori Paesi europei: la Germania è al 19,6%, la Francia al 19,6%, la Spagna al 18% e la Gran Bretagna al 20%.

Il governo spera in questo modo di incassare almeno 4 miliardi.