http://guana.files.wordpress.com/2010/01/silvio-berlusconi-e-augusto-minzolini.jpgChe l'informazione in Italia fosse asservita al potere (da qualunque parte il potere provenga) è cosa risaputa come è risaputo che in effetti i giornalisti seri latitano, soprattutto nel campo del "giornalismo d'inchiesta" dove l'unico barlume di libertà è dato dai giornalisti alla "Report". E forse per questo tali giornalisti hanno sempre problemi e non riescono a lavorare in tranquillità visto che qualcuno vorrebbe cacciarli dalla televisione. Ma che si arrivasse a questo punto, ad avere un Tg1 praticamente fotocopia del Tg di Emilio Fede non era per niente scontato...

Che il Tg4 sia condotto da un fan del Cavaliere poco importa visto che si tratta di una Televisione privata, al limite i giornalisti ne dovranno rispondere al loro Ordine e al codice deontologico. Ma dubito che si siano mai posto il problema. Che il Tg1 invece sia guidato dal direttore Minzolini invece è un gran bel problema. Nessuno vuole vietare ai giornalisti di avere le loro inclinazioni e nessuno vuole assegnare ad alcun giornalisti l'aura di "super partes" ma un minimo di onorabilità e di credibilità il telegiornale lo deve avere. Questo ovviamente non succede visto che Minzolini (scodinzolini per gli amici) è totalmente asservito alla sua parte politica che lo ha nominato.

{affiliatetextads 1,,_plugin}Non è degno di un paese civile che un direttore del Tg1, rete ammiraglia della televisione di Stato, si prenda il lusso di fare editoriali un giorno si e un giorno pure per diffondere disinformazione presso l'utenza al solo scopo di contrastare notizie scomode per il Cavaliere. Se ci fate caso dalla prima all'ultima notizia del Tg1 si segue una linea editoriale\politica BEN PRECISA, supporto al governo in maniera sfacciata, disinformazione a carico di notizie che sono scomode per il Cavaliere e il Governo, lotta all'opposizione, eliminazione delle notizie economiche che riguardano la crisi, diffusione di notizie e filmati inutili per distrarre l'utenza della serie "è ritornato di moda il berretto."

Non è possibile che il direttore del Tg1 faccia editoriali dichiarando come "gossip e non meritevoli di essere riportare in televisione" le inchieste relative a Palazzo Chigi, non è possibile che il Tg1 dichiari assolto un imputato che è stato invece soltanto prescritto, non è possibile che il capo del governo chiami il direttore del Tg1 per impartirgli la linea politica da seguire nel suo giornale, non è possibile che durante la manifestazione per la Libertà di Stampa lui faccia un editoriale per dire che in realtà la stampa in Italia è libera, non è possibile che dopo lo scandalo che è emerso in questi giorni invece che dimettersi dal suo incarico ricompaia di nuovo con un editoriale nel quale si difende dalle accuse.

Ma possibile che l'ordine de giornalisti non abbia proprio nulla da dire ? Attendiamo notizie.