http://www.lospaziodellapolitica.com/wp-content/uploads/2010/01/vendola1.jpgA circa un mese dalla prima giornata di votazioni l’esito appare netto: Nichi Vendola, presidente uscente e candidato del centro-sinistra, è al comando con il 46,5 % delle preferenze del campione esplorato dall’Istituto Piepoli). A sei punti Rocco Palese, (40,5%) uno dei due candidati del centro-destra, più distante l’altra candidata Adriana Poli Bortone, che si attesta all’11%. Questo il quadro di sintesi, ma la nostra indagine (commissionata al prestigioso istituto Piepoli ) rivela molti aspetti significativi di questa campagna che ruota, più che altre volte, intorno alla personalità dei candidati.

 

{affiliatetextads 1,,_plugin}La ricerca ha esplorato non solo le intenzioni di voto per i candidati presidenti, ma anche per i partiti. E in questo caso la differenza delle preferenze si assottiglia: 44% per i sostenitori di Vendola, 42% per quelli di Palese. Confermato l’11% per la formazione della Poli Bortone. Il che conferma direttamente quanto sia prevalente, nel caso di Vendola, la personalità del candidato sulla coalizione. Altri elementi presi in considerazione riguardano il contesto sociale, politico ed economico della regione. Le ultime tre aree riguardano il confronto tra i due principali antagonisti (Vendola e Palese), l’efficacia della campagna elettorale (argomento sul quale torneremo nelle prossime settimane) e il “peso” dei canali di comunicazione. Anche nel confronto diretto Vendola è nettamente in vantaggio nella percezione del campione sul suo competitor in relazione a tutti gli elementi presi in considerazione: affidabilità, fantasia, determinazione, onestà, migliore futuro, vicinanza alla gente, capacità di generare armonia, attenzione ai giovani.

Altre anticipazioni sul sito del giornale www.gazeco.it