http://www.moschebianche.it/wordpress/wp-content/uploads/2009/10/berlusconi.jpg

Italiani coglioni se votano a sinistra, infermità mentale per chi non vota cammarata, corte costituzionale organo politico non di granzia, magiastrati eversori, comunisti, estremisti, metastasi della democrazia, ridicolizzazione dell'opposizione che porterebbe miseria terrore e morte, eversione dei giudici e guerra civile, Prodi che avrebbe bisogno di un killer. Chi è quindi che fomenta lo scontro sociale in Italia?

Se i cittadini non dovessero confermare un sindaco come Cammarata e un buon governo che hanno operato così bene, dovrebbero essere ricoverati per infermità mentale tutti. (da Ansa, 5 maggio 2007)

[Riferendosi a Prodi] Ho bisogno di un killer. Ma non c'è nessuno disposto a farlo, al momento. (da Libero, 21 novembre 2006)

Lei è più bella che intelligente. Non mi interessa nulla di ciò che eccepisce. (citato in Berlusconi attacca Rosy Bindi: "È più bella che intelligente", La Repubblica, 8 ottobre 2009)

Ho troppa stima dell'intelligenza degli italiani per pensare che ci siano in giro così tanti coglioni che possano votare facendo il proprio disinteresse. (Roma, assemblea degli associati di Confcommercio, 4 aprile 2006)

La magistratura è una malattia della nostra democrazia, dobbiamo assolutamente cambiare l'ordine giudiziario, non lascerò la politica finché un cittadino non potrà andare davanti a un giudice che sia veramente imparziale. (da Matrix, Canale 5, 10 marzo 2006)

Se la sinistra andasse al governo il risultato sarebbe miseria, terrore e morte, come accade in tutti i posti dove governa il comunismo. (dal Corriere della sera, 17 gennaio 2005)

La sinistra sta sempre dalla parte sbagliata. È stata contro Hitler, ma non contro Stalin. Certo, non sono così cieco da non saper distinguere Stalin da Fassino... Fassino poi è così magro e non ha i baffi. (da la Repubblica, 3 febbraio 2005)

La media degli Italiani è un ragazzo di seconda media che nemmeno siede al primo banco... È a loro che devo parlare. (dal Corriere della sera, 10 dicembre 2004)

{affiliatetextads 1,,_plugin}«In Italia - spiega loro Berlusconi - succede un fatto particolare di transizione a cui dobbiamo rimediare: la sovranità, dice la Costituzione, appartiene al popolo» e il Parlamento «fa le leggi, ma se queste non piacciono al partito dei giudici questo si rivolge alla Corte Costituzionale» e la Corte «abroga la legge». Spiega così. La Corte Costituzionale da «organo di garanzia» si è trasformato in «organo politico», spiega ai suoi colleghi di tutta Europa, visto che 11 giudici su 15 sono di sinistra nominati da presidenti della repubblica di sinistra. Infatti preannuncia davanti al consesso internazionale la sua riforma contro. La maggioranza - fa sapere -«sta lavorando per cambiare questa situazione anche attraverso una riforma della Costituzione». (dicembre 2009)

“C’è una realtà che è esattamente il contrario di quella che hanno scritto in questi giorni, perché si tratta di giudici che sono estremisti di sinistra” (Maggio 2009, Panorama)

In merito alle gravissime dichiarazioni del Presidente del Consiglio in data 24 marzo 2009, con le quali si è definita la magistratura come “una “metastasi”, aggiungendo che la magistratura fiorentina è come “..un Moloch che sa solo colpire e contro il quale occorre reagire”, in relazione alla condanna in primo grado dei responsabili della società che ha eseguito i lavori dell’Alta velocità nel territorio toscano , questa Giunta sezionale dell’ANM denuncia con viva preoccupazione e con sdegno l’ennesimo violento e gratuito attacco da parte del Capo del Governo alla giurisdizione ed a singoli magistrati – che hanno semplicemente esercitato le loro funzioni. (Marzo 2009)

«L'anomalia italiana non è Silvio Berlusconi, ma sono i pm e i giudici comunisti di Milano che da quando Berlusconi è sceso in politica lo hanno aggredito in tutti i modi. I pm sono la vera opposizione nel nostro Paese». (27 Ottobre 2009, Ballarò)

«Volontà eversiva, eversione». Parole durissime quelle che Silvio Berlusconi dice all’Aquila. «Quando con delle sentenze basate sul ribaltamento della realtà si vuole ribaltare la decisione popolare e si vuole sostituire chi è stato eletto dal popolo per governare questa si chiama con una parola sola: volontà eversiva e eversione» (30 maggio 2009)

«Con questi magistrati non si può andare avanti, ora occorre cambiare passo» Berlusconi avrebbe parlato anche di «una vera e propria persecuzione giudiziaria» nei suoi confronti, «che porta il paese sull’orlo della guerra civile». (Corriere, 26 Novembre 2009)