http://blogosfere.it/images/berlusconi%20acerra.pngLe televisioni del Presidente del Consiglio si sà, provvedono a coprire, difendere e incensare il loro capo. Chiunque in Italia si interponga tra il potere assoluto e il Presidente del Consiglio viene seguito e ridicolizzato, massacrato mass-mediaticamente grazie alle uniche leve del consenso che da sempre accompagnano Berlusconi e i suoi yes-man: televisioni e giornali. Brucia ancora all'ex direttore dell'avennire Boffo, redo di aver criticato il Leader Maximo, il suo massacro mediatico via "Il Giornale" con Feltri come braccio operativo della giustizia "divina". Ora ci stavano riprovando, ma gli è andata male. Se Canale 5 abbia o meno agito seconda una autonoma linea lo lasciamo decidere ai lettori...

{affiliatetextads 1,,_plugin}Al Magistrato che ha osato emettere una sentenza contraria al Grande Timoniere di Staliniana memoria alias Silvio Berlusconi gli stavano per rendere il benservito. Non si sa ancora se il servizio che Canale 5 stava preparando sul magistrato Mesiano era tanto per divulgare un suo normale giorno di relax tra barbiere e panchina o se i cosiddetti "giornalisti" lo stavano pedinando sperando di trovare qualcosa di compromettente da mandare in televisione e ridicolizzare l'uomo che ha compiuto il suo dovere di magistrato indipendentemente dalla volontà del loro capo.

Fatto sta che taluni loschi individui di Canale 5 hanno seguito per una intera mattinata il magistrato, riprendendolo mentre si faceva la barba dal barbiere (come altri 30 milioni di maschi italiani) e mentre si mangiava un gelato su una panchina facendo strane allusioni e ridicolizzandolo a tal punto da commentare il colore dei suoi calzini. Il servizio è andato in onda su Mattino 5. Ogni commento è superfluo ma Ricci che su canale 5 fa satira da venti anni ha dichiarato che probabilmente questi individui hanno bisogno di uno psichiatra.

La domanda che noi ci poniamo è,  sono loro che devono andare dallo psichiatra o il loro mandante?

Antonio F.