Governo oramai nel caos. Da una parte i "responsabili", dall'altra la Lega Nord che spinge a dare un segnale al suo elettorato dopo la immane sconfitta delle scorse amministrative, in mezzo il PDL che non sa che pesci pigliare sulla faccenda con i ministri che a volte sono sconfessati dalla loro stessa maggioranza. E' successo poche ore fa che il centrodestra "andasse sotto" alla Camera sulla votazione relativa a due mozioni della minoranza che riguardavano il caos rifiuti a Napoli.

Read more ...

http://www.byteliberi.com/wp-content/uploads/2010/05/tasse.jpgLa manovra dei tagli lineari alla Tremonti non piace ai militanti del Popolo delle Libertà. E la frustrazione di chi ha creduto dal 1994 all'abbassamento delle tasse trova ora sfogo sullo spazio pubblico del sito ufficiale del PdL. Innumerevoli sono i messaggi dei sostenitori (o ex sostenitori) di Berlusconi che si sentono traditi, c'è anche chi dice (secondo una non meglio precisata logica) che si tratta di una manovra stile PCI. Ma ciò che fa rabbia ai pidiellini è che i privilegi della casta non sono stati minimamente sfiorati dalla mannaia finanziaria. Ecco di seguito i commenti più interessanti

Read more ...

http://www.lastampa.it/redazione/cmssezioni/economia/200902images/tremonti02G.jpgLa manovra economica approvata in tempi ultrarapidi dal Parlamento è stata pubblica oggi in Gazzetta Ufficiale. Entrano così in vigore da domani le norme modificate non previste dal decreto originario. Da subito scattano i rincari del bollo sul deposito titoli, il superbollo per le auto di lusso sopra i 225 kw, la stretta sulle stock option, l'aumento dell'Irap sulle concessionarie dello Stato e la normativa sui ticket sanitari. Per altre norme la concreta attuazione segue un diverso calendario: dal prelievo sulle pensioni d'oro, che parte dal primo agosto, al taglio sulle agevolazioni fiscali che si applicherà dal 2013.

Read more ...

La politica si fa lo sconto, sfuma il taglio agli stipendi degli onorevoliROMA - Taglio alle indennità dei parlamentari addio, o quasi. Meglio equipararsi ai sei paesi più ricchi dell'Unione europea. E poi rimborsi elettorali ridotti ma dalla prossima legislatura, auto blu da ridimensionare ma dal 2012, vitalizi salvati in extremis, finanziamenti ai partiti appena sforbiciati. Doveva essere il fiore all'occhiello della manovra lacrime e sangue. Il buon esempio all'insegna dell'austerity dato dalla politica, perché - ammoniva Tremonti ancora pochi giorni fa - non si possono chiedere sacrifici agli italiani senza imporli alla classe dirigente.

Read more ...

Manovra, rispunta il ticket sanitario stretta su pensioni e agevolazioniI ticket sulla sanità potrebbero tornare già da quest'anno, anzi, già da lunedì prossimo. E' una delle modifiche alla manovra, che potrebbe essere accolta, come riferiscono fonti parlamentari di maggioranza. Rientrerebbero così i ticket di 25 euro sui codici bianchi di pronto soccorso e quelli di 10 euro sulla diagnostica. La reintroduzione immediata dei ticket premetterebbe di rimediare circa 480 milioni che venivano invece stanziati per consentire l'esenzione per tutto il 2011. Probabilmente l'obiettivo è anche quello di favorire il settore privato dato che in alcune regioni, una prestazione sanitaria pubblica potrebbe arrivare a costare più dell'analoga intra moenia.

La manovra lacrime e sangue continua a far parlare di se imponendo tagli senza proporre alcuna prospettiva di sviluppo. Ogni categoria economica verrà direttamente o indirettamente colpita dal duo Tremonti - Berlusconi e inoltre puntuale come un orologio svizzero arriva la vendetta del Governo anche contro chi ha deciso che il nucleare non era la strada giusta per il nostro Paese: le imprese e i sostenitori delle rinnovabili.

Read more ...

Che la Lega Nord abbia qualche problema lo si sa da almeno un paio di anni, dalla questione morale sempre più fragorosa al vuoto spinto prodotto in parlamento più volte abbiamo puntato il dito contro i presunti moralizzatori della politica.Ma questa volta non siamo noi pugliesi che facciamo analisi e discussioni su una forza agli antipodi dai nostri principi ma sono gli stessi leghisti che intervenendo sul sito "http://www.padania.org/" si lamentano dei loro dirigenti e si dimostrano lontani dalla politica che il partito di Bossi sta attuando in questo periodo.

Read more ...

MILANO - La Fininvest dovrà pagare. I giudici della Corte d'Appello di Milano hanno condannato la holding del Biscione a risarcire Cir per la vicenda del Lodo Mondadori per 540 milioni circa di euro alla data della sentenza di primo grado dell'ottobre 2009, più gli interessi e le spese decorsi da quel giorno. La cifra quindi arriverebbe intorno ai 560 milioni di euro. Un quarto in meno dei 750 milioni stabiliti in primo grado. La sentenza è immediatamente esecutiva.

Il Governo della "crisi non esiste" oppure del troppo utilizzato ritornello tremontiano "l'Italia sta meglio degli altri paese europei" ovvero "si notano timidi segnali di ripresa che fanno pensare che crisi è alle nostre spalle" ha finalmente fatto cadere il velo dell'ipocrisia berlusconiana, l'Italia dopo 3 anni di politiche economiche berlusconiane non sta messa tanto bene visto che ci si appresta ad approvare una manovra di ben 47 miliardi di euro, più o meno 94 mila miliardi di lire. 

Read more ...

Le amministrative 2011 non saranno certo ricordate con gioia dai leghististi. Sono infatti lontani i tempi in cui bastava candidare uno della Lega per poter vincere nei territori. Sembrerebbe che il mito del partito anti sistema sia definitivamente svanito sotto la comodità delle romane poltrone ovvero delle cadreghe padane. Difficile schiodare i leghisti dai loro ponti di comando anche quando scandali travolgono questo o quel parlamentare, questo o quell'assessore.

Read more ...

Una ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa nei confronti del deputato del Pdl, Marco Mario Milanese, consigliere di Tremonti da molti anni. Il provvedimento, spiccato su richiesta del pm Vincenzo Piscitelli della sezione Criminalità economica della Procura di Napoli, è stato trasmesso oggi alla Camera dei Deputati per l'autorizzazione all'arresto. Le accuse contestate sono di corruzione, rivelazione di segreto d'ufficio e associazione per delinquere.

Read more ...

Secondo le ultime notizie l'agenzia americana di Moody's potrebbe abbassare il rating italiano dato che ha collocato la nostra posizione AA2 sotto revisione in vista in un possibile "downgrade". C'è da ricordare che qualche settimana fa anche Standard & Poor's aveva assegnato un outlook negativo all'economia italiana. Secondo Moody's sarebbero tre le ragioni che porterebbero ad una revisione al ribasso della solvibilità italiana. Primo tra tutti è la bassa produttività assieme alla rigidità del mercato del lavoro e dei prodotti. In soldoni significa che la ripresa in Italia non c'è mai stata visto che la produttività è al palo, tutto ciò ovviamente fa pendant con una scarsa innovazione di prodotto.

Read more ...