http://www.investireoggi.it/news/wp-content/uploads/2011/08/fiducia_consumatori_900875762-280x218.jpgROMA - Dal frigorifero alle scarpe, dal profumo alla tovaglia, dalla tv alla chitarra. E dal biglietto per il parco di divertimento all'iscrizione in palestra, alla parcella all'avvocato o all'affittodel garage. E' lungo l'elenco dei prodotti di largo consumo arischio rincaro, col passaggio dell'aliquota Iva del 20% al 21%.

CONSUMATORI, TRA AUMENTI E PIU' IVA +471 EURO ANNO  - "Mentre il prezzo della benzina raggiunge nuovi record, le famiglie si preparano a ricevere una nuova batosta su questo versante". Lo sottolineano i presidenti di Federconsumatori e Adusbef, Rosario Trefiletti e Elio Lannutti, ricordando che "non appena la manovra sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale, infatti, scatterà l'aumento dell'Iva dal 20 al 21%, che farà schizzare immediatamente il prezzo della benzina ad oltre 1,64-1,65 al litro.

Read more ...

Tremonti, attuale Ministro dell'Economia, è famoso per le sue girovolte. Più volte abbiamo riportato come da ultra-liberista fosse diventato no-global nel volgere di una notte e tante altre volte abbiamo ricordato le sue famose esternazioni di politica economica condite da fattori oggettivi, ragionamenti sensati e sentimenti strutturali del tipo "noi stiamo meglio degli altri" o "questo Governo non ha messo le mani nelle tasche degli italiani". Il ministro che è bravo a farsi passare mediaticamente come colui che chiude i rubinetti finanziari ma che è ministro quando il debito pubblico raggiunge il massimo dal 1861 o come coluiche non alza le tasse salvo varare finanziare da 80 miliardi di euro come fossero noccioline, tra l'altro noto estimatori dei "tagli lineari", da fervido nemico dei comunisti cinesi è diventato appunto.... amico dei cinesi.

Read more ...

http://www.lasignoraingiallorosso.it/wp-content/uploads/2010/05/Gasparri-Maurizio1.jpgGasparri probabilmente non sa cosa è l'IVA nè su chi ricade dato che ha dichiarato, qualche ora fa, che l'aumento delll'IVA "si tratta di un intervento che andrà a beneficio dei contribuenti". Caro On. Gasparri, l'IVA è una "tassa" sul consumo che per sua natura ricade solo e soltanto sul consumatore finale, perciò se una tassa passa dal 20% al 21% come fa ad essere un beneficio per il consumatore? Si calcola che una famiglia media avrà solo dall'aumento IVA un aggravio di circa 400 euro l'anno, ma siamo pronti a scommettere che probabilmente saranno molti di più.

Gasparri, un Parlamentare... un perchè.

http://www.tagsoftegypt.com/supermarket.jpgSarebbe oramai ufficiale, nella manovra finanziaria che dovrà rapidamente essere approvata dal Parlamento sarà prevista l'aumento dell'IVA che passa dal 20% al 21% aumentando perciò il prezzo al consumo di una vastissima platea di prodotti di utilizzo comune. L'aumento dell'aliquota al 21% colpirà giocattoli, televisori, auto e moto, abbigliamento e calzature, taglio e piega dal parrucchiere, caffè, vino e cioccolato con molte voci che riguardano la spesa per la casa. Rientrano nel computo anche i detersivi, ma persino gli stabilimenti balneari e i pacchetti vacanza con conseguenze negative - secondo Confcommercio - per i consumi.  Questo incremento porta l'Italia in testa alla classifica dei vari regimi di aliquote ordinarie praticati dai maggiori Paesi europei: la Germania è al 19,6%, la Francia al 19,6%, la Spagna al 18% e la Gran Bretagna al 20%.

Il governo spera in questo modo di incassare almeno 4 miliardi.

Piattaforma per il petrolio  spunta nel Salento, è giallo

Si tinge di giallo l’ultimo scorcio d’estate salentina. In un week-end torrido all’orizzonte dell’Adriatico è apparsa una piattaforma per le ispezioni sismiche in mare. Una struttura enorme, visibile dai numerosi centri della costa leccese, da San Cataldo a Santa Cesarea Terme, e fotografata da curiosi e ambientalisti, tra i quali Stefano Cretì, un cittadino che ha pubblicato la sua foto su facebook e dato il via ad un tam tam allarmato. Da un paese all’altro del Salento, da ore risuona l’interrogativo inquietante: “sono iniziate le ispezioni preliminari alle trivellazioni per la ricerca del petrolio?”. La domanda, per ora, resta senza risposta. (al lato l'immagine, clicca per ingrandire)

Read more ...

http://www.asca.it/upload/focus/bossi-calderoli.jpgCaos Governo - A quanto si apprende è pronta la nuova Manovra finanziaria che dovrebbe sostituire quella varata a Ferragosto. Secondo indiscrezioni salterebbero i contributi di solidarietà per i redditi alti, salterebbe il taglio del numero dei parlamentari, salterebbe l'eliminazione delle Province e dei Comuni (tutto ciò da realizzarsi con riforma Costituzionale, cioè mai) e verrebbe solo rinviata l'aumento dell'IVA, da realizzarsi tramite legge delega e relativa riforma del fisco.

Questi mancati introiti verranno coperti ovviamente con le Pensioni. A quanto pare per il raggiugimento dell'età pensionabile verranno eliminati gli anni di Servizio Militare o di Università, inoltre si preannunciano altri "articolati interventi sulle stesse" di cui ancora non si conoscono i particolari.

Si preannunciano ancora tagli alle agevolazioni delle Cooperative. Come queste misure possano compensare le misure soppresse (costi politica, IVA e redditi alti) è un mistero. O il Governo come al solito parla per Spot o gli interventi sulle Pensioni saranno veramente "importanti".

Stento a crederci, nel gergo comune Berlusconi e Tremonti famosi per essersi scagliati sempre contro le tasse sono oramai sinonimo di tasse. Appena qualche anno fa il duo delle meraviglie tuonava contro il centrosinistra accusato di utilizzare l'Agenzia delle Entrate come il braccio armato del Ministero del Tesoro e oggi 12 Agosto 2011 vedo in TV (sotto un evidente Governo Berlusconi) la pubblicità dell'Agenzia delle Entrate che chiede agli italiani di pagare le tasse utilizzando uno slogan che chiamare comunista (non a caso utilizzo il modo di parlare dei pidiellini, anche locali) è dir poco: pagare tutti per ricevere più servizi!! Ma ve lo ricordate il Berlusconi del 1994, del 1996, del 2001 e del 2006 quando quasi invitava a non pagare le tasse e anzi giustificava chi evadeva visto che lo faceva per evitare un prelievo troppo oneroso? E ve lo ricordate il famoso motto del "non metteremo le mani nelle tasche degli italiani?"

Read more ...

Sembra di assistere ad una farsa, a Luglio viene varata una manovra che viene modificata a Ferragosto che a sua volta viene modificata a Settembre. La stessa poi arriva in Parlamento senza che nessuno in Italia e in Europa conosca esattamente le misure e le modalità con cui il Governo Berlusconi, detto anche branco di incapaci, riporterà l'Italia fuori dal rischio default. Nel frattempo dopo tre anni di proclami e tre anni in cui il ministro Tremonti ci ha assicurato della buona condizione della struttura finanziaria del nostro Paese in quanto "stavamo meglio degli altri" siamo tutti a guardare il fondo del baratro.

http://www.gadlerner.it/wp-content/uploads/2011/04/Giulio-TRemonti.jpg http://giornaleitaliano.info/wp-content/uploads/2010/10/bossi.jpg http://www.dtti.it/wp-content/uploads/2011/04/berlusconi_3.jpg

Read more ...

Tra le novità che emergono dal testo del decreto (dietro precise pressioni della Lega Nord) c'è anche l'abolizione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, il cosiddetto Sistri, tanto odiato dalle imprese. La cancellazione del SISTRI, introdotto nel 2009 ma mai entrato in vigore, scatena però molte proteste, non solo da parte degli ambientalisti. «È un innegabile regalo alle ecomafie», dice il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso. E' chiaro che la gestione dei rifiuti e il tracciamento di quelli pericolosi non è di certo un obiettivo prioritario per il Governo. Inoltre da qualche tempo la Prestigiacomo ha una autorità sulle scelte ambientali praticamente pari a zero, motivo per il quale dovrebbe lasciare l'incarico dato che non si riesce a comprendere quale sia la funzione di un ministero veramente inconcludente.

Intanto qualche domanda dovrebbe essere posta al ministero: i costi dell'infrastruttura informatica ora chi li paga? E chi rimborsa quanto già speso dalle aziende per l'adeguamento?

Commenti del Ministro Prestigiacomo sulla scellerata scelta leghista? Non pervenuti.

Tremonti, noto ministro ultra liberista diventato nel volgere di una notte no global, si è presentato stamani per autodifendersi niente poco di meno che...ad Uno Mattina. Infatti il suo principale consigliere politico, On. Milanese, risulta essere indagato in diverse vicende legate agli appalti Sogei e ai finanziamenti illeciti all'Enav tanto che agli inizi di Luglio la Procura di Napoli ha richiesto l'arresto per il deputato pidiellino, richiesta ovviamente inoltrata alla Camera dei Deputati che la discuterà a Settembre dato che probabilmente ora il periodo non è dei migliori perchè proprio qualche giorno fa la Camera ha detto si all'arresto dell'on. Papa.

Read more ...

http://www.topnotizie.it/wp-content/uploads/2011/01/20090609_bossi-berlusconi32.jpgIl braccio di ferro tra Pdl e Lega è stato vinto come al solito dal Pdl: non si toccano i redditi alti, non si toccano i grandi patrimoni, non si toccano le Province e i Parlamentari ma si affossano le Pensioni. Chissà come mai il Senatur non fa altro che sbraitare ma quando va a trattare faccia a faccia con il capo di Arcore, diventa proprio un agnellino. Ma questo al popolo del Nord non va proprio giù e come di consueto sono andato a leggere qualche commento sulla vicende sul sito Padania.org, che non è un sito di partito ma un sito dove ci scrivono simpatizzanti, militanti o ex militanti del partito verdino.

Un certo Ermes scrive: "Ho 56 anni, invalido certificato al 70% senza beneficiare di alcun beneficio monetario, lavoro da 31 anni, avevo riscattato i quattro anni di università che mi avvicinavano ma non troppo al raggiungimento dell'età pensionabile. Ora a quanti anni potrò andarci? a 66-67? Data la mia condizione di salute potrebbe significare che non ci andrò proprio in pensione. Ringrazio quindi di cuore tutti quelli che avevano giurato e spergiurato che le pensioni non si toccavano. L'ennesima balla propagandistica."

Read more ...

Dall'autunno 2010 all'estate 2011 il Governo ha lavorato molto, ma non per risolvere i problemi dell'economia italiana quanto a puntellare la maggioranza con innesti di qualche deputato proveniente dai gruppi più disparati, ad allargare la flottiglia dei sottosegretari (Brambilla, Santanchè solo per fare alcuni nomi), a fare gli interessi di pochi tagliando gli incentivi alle rinnovabili deprimendo l'unico settore che produceva reddito in Italia e a perdere malamente il referendum sul Nucleare e sull'Acqua Pubblica negando l'accorpamento alle elezioni facendo spendere allo Stato centinaia e centinaia di milioni di euro in più con la speranza che fallisse. Chiaramente l'Economia Mondiale non aspettava di certo lo Scilipoti o la Polidori di turno, così mentre si cercava di imporre voti di fiducia per risolvere i problemi del Premier gli indici economici andavano sempre più a fondo. Arriviamo quindi alle elezioni tardo-primaverili, la sconfitta del Governo Berlusconi e dei suoi alleati della Lega Nord (leggi qui per maggiori info) sembra però non turbare più di tanto i sogni della maggioranza. L'agenda politica non muta di molto, piuttosto che fare una analisi critica sui risultati elettorali e spingere i motori sull'economia l'attenzione del Governo si focalizza ovviamente sulla tanto agognata riforma della Giustizia. 

Read more ...

Delirante intervista di Borghezio nel programma de "La Zanzara" di Radio 24. "Le posizioni di Breivik sono sicuramente condivisibili", così ha esordito il leghista nell'intervista radiofonica rilasciata ieri che stimola anche lo sdegno degli intervistatori "ma come..posizioni condivisibili??". Inoltre aggiunge di non aver chiara la situazione in quanto pensa che tale soggetto sia stato "strumentalizzato" e questo lo fa "pensare". Praticamente crede che l'attentato non sia partorito "genuinamente" dalla mente del fanatico norvegese. "Alcune delle idee espresse al netto della violenza sono buone, alcune sono ottime".

"Sostenere la necessità di una forte risposta cristiana anche in termine di crociata contro questa deriva islamista e terrorista e fondamentalista della religione islamica e contro il tentativo di conquista dell'Europa è sacrosanta".

Così termina il delirio targato Borghezio detto anche "il genio della Lega Nord". Prima la violenza non è buona, ma poi sarebbe utile che l'Europa rispondesse al "nemico" anche con le crociate.

Read more ...