http://webstorage.mediaon.it/media/2011/11/20111108_092514_D48729BB_medium.jpgGOVERNO - Ieri Berlusconi aveva dichiarato di "volersi dimettere" dopo la votazione della Legge di Stabilità (ex Finanziaria) e i Mercati avevano ben interpretato le vere intenzioni di Berlusconi: temporeggiare, ricontattare i dissidenti e tirare a campare per riformare magari un nuovo Governo sotto la sua guida ovvero sotto la guida di una sua marionetta. L'intenzione era tanto evidente che il sempre presente Ministro della Difesa La Russa si era affannato a dire che probabilmente per approvare la Legge di stabilità servivano 15 o 20 giorni ma probabilmente la procedura parlamentare ne avrebbe richiesti 30. Una enormità visto la condizione dei mercati internazionali, ma una enormità che faceva comodo ai ministri che sanno di non poter mai più ritornare a scaldare la poltrona così come hanno fatto dal 2008 ad oggi.

Read more ...

http://images2.corriereobjects.it/Media/Foto/2011/11/08/colle3_big.jpg?v=20111108200729

Qualche ora fa è stato votato il rendiconto generale dello Stato con soli 308 voti e un astenuto. Le opposizioni non hanno preso parte alla votazione. Viene a mancare quindi la quota psicologica di maggioranza posta a 316 voti ma anzi il Governo perde più voti di quanto gli analisti politici avevano previsto, si pensava infatti che bene o male il Governo avrebbe potuto superare i 311/310 voti. E' chiaro quindi che il Parlamento non ha più fiducia nel Governo Berlusconi, è quindi ragionevole pensare che Berlusconi si prepari a dimettersi da Presidente del Consiglio e aprire la strada così o a un Governo del Presidente che porti diritto alle nuove elezioni ovvero a un Governo di unità nazionale.

Read more ...

http://www.sky.it/static/contentimages/original/sezioni/tg24/politica/2010/03/30/gabriella_carlucci.jpgGabriella Carlucci ex showgirl, onorevole del Pdl ed attuale Sindaco di Margherita di Savoia (BT) aderente a Forza Italia dal 1994 e collaboratrice Mediaset per molti anni ha annunciato ieri di abbandonare il Pdl per aderire all'Udc.Continua quindi l'emorragia di parlamentari dal Pdl verso l'Udc in vista della prossima caduta del Governo Berlusconi ed è ragionevole pensare che nelle prossime ore altri seguiranno l'esempio dell'ex presentatrice di Buona Domenica.

Read more ...

http://www.openpolis.it/politician/picture?content_id=373GOVERNO - Siamo oramai ad un punto di non ritorno, la lenta agonia del Governo più inconcludente degli ultimi 150 anni sta per terminare. Dopo Antonione sono due i deputati che, al fine evidentemente di riposizionarsi in vista delle nuove elezioni, hanno deciso di abbandonare il PDL per sventolare le rassicuranti bandiere di Pierfedinando Casini. Sono Alessio Bonciani e Ida D'Ippolito Vitale, che passano infatti entrambi all'Udc. In Un tweet il parlamentare Roberto Rao - braccio destro Casini - gli dà il benvenuto. Un annuncio che arriva dopo la lettera inviata dai "frondisti" al premier ieri sera e dopo i rilievi critici arrivati perfino dall'avvocato Maurizio Paniz e dall'ex capo ultras pidiellino Stracquadanio.

http://www.newspedia.it/wp-content/uploads/2011/07/tremonti-berlusconi.jpgIl Governo che oramai non governa più l'Italia da anni aveva deciso ieri, in chiave anti-crisi, di svolgere un Consiglio dei Ministri Straordinario al fine di dare una risposta chiara, forte e decisa ai mercati e all'Europa. Ma se mi passate la battuta, quel consiglio dei Ministro di straordinario ha avuto poi ben poco dato che il Governo ha deciso, di non decidere. Si è parlato di crisi? Si sono date risposte certe ai mercati internazionali? Macchè, come si legge dal comunicato stampa ufficiale del Governo di tutto si è parlato tranne che di crisi.

Commentiamo quindi passo passo il comunicato stampa ufficiale del Governo:

Read more ...

"http://www.repubblica.it/images/2011/10/16/133447454-915a5fdd-eb0f-4b2f-8fb9-2e0439e44b32.jpgI veri indignati siamo noi poliziotti. Indignati contro i delinquenti che hanno trasformato una protesta pacifica nell'ennesima mattanza contro le forze dell'ordine, contro i cittadini e contro una città che tutto il mondo ci invidia come Roma. Indignati anche contro il governo che, appena due giorni fa, col Ddl stabilità, ha tagliato altri 60 milioni di euro alla sicurezza, proprio sui capitoli di bilancio dedicati all'ordine pubblico e alle missioni". E' quanto afferma Nicola Tanzi, segretario generale del Sap, il sindacato autonomo di polizia.

Read more ...

http://www.repubblica.it/images/2011/10/11/181903276-18cb0435-0ed2-4bea-8e85-38141bfef67d.jpgSembra che Berlusconi sia veramente giunto al capolinea. Ieri pomeriggio a Montecitorio è successo l'imprevedibile: il Governo è stato infatti battuto sull'assestamento del Bilancio 2010. Una sconfitta epocale che porterà a conseguenze al momento abbastanza imprevedibili. Elezioni nel 2012? Governo tecnico ed elezioni nel 2013?

Ma ripercorriamo la giornata di ieri 11 Ottobre 2011. A Montecitorio si vota l'assestamento di bilancio, la maggioranza richiesta è di 291 ma il Governo incassa con Berlusconi presente in aula, solo 290 voti a favore. Infatti altrettanti 290 voti sono stati i contrari, qualche minuto di silenzio e Berlusconi lascia l'emiciclo vistosamente contrariato.

Read more ...

http://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2011/04/Roberto-Antonione_interna.jpgGOVERNO - Roberto Antonione lascerà entro la settimana il gruppo parlamentare del Pdl, non voterà più la fiducia al Governo e chiede che il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si dimetta "subito". "Esco dal gruppo parlamentare e non voterò più la fiducia a questo governo. Berlusconi - ha detto lo stesso Antonione ospiet alla 'Zanzara' su Radio24- se ne deve andare subito e allargare la maggioranza ad altri partiti del centro destra. Non si può prendere in giro il paese e governare solo con due o tre voti in più." "Purtroppo le persone più vicine a Berlusconi - ha detto ancora Antonione- lo spingono a chiudersi dentro un bunker. In parlamento tutti la pensano come me, anche alcuni ministri, ma lo dicono a microfoni spenti. Si comportò meglio D'Alema che si dimise quando perse le elezioni regionali e si rese conto di non avere più la maggioranza."

16 Ottobre 2011 - Scatta la protesta degli indignati in 80 capitali del mondo e guarda caso, solo in una capitale di questo mondo si manifestano violenza e devastazioni. Come al solito Maroni ha dimostrato di non saper mantenere sotto controllo possibili situazioni delicate nè di attuare misure preventive affinchè possano essere evitate pericolose escalation di violenza. La lista degli errori di Maroni è lunga così come è plateale l'inadeguatezza del Ministro e degli organi preposti alla sicurezza in questo Paese. Lampedusa, Rosarno, Napoli, stadi, partite che vengono bloccate per ultras serbi, ultras italiani che incendiano caserme della Polizia, ragazzini che vanno in giro a incendiare auto, spaccare vetrine e rovinare manifestaioni altrui senza che vi sia il modo di bloccare una volta per sempre tali personaggi.

http://www.repubblica.it/images/2011/10/15/215629867-5785d042-4739-4de1-964d-ca6f45d66179.jpg

Read more ...

http://www.notizieitaliane.it/wp-content/uploads/2011/10/trenitalia1.jpgContinua l'opera di isolamento nei confronti della Provincia di Taranto dato che è stato soppresso sia il frecciargento Taranto - Roma delle ore 10.00 con annesso ritorno che l'espresso notturno Taranto - Roma. Quest'ultimo infatti viaggerà solo il Venerdì notte da Roma per Taranto e la Domenica notte da Taranto per Roma.

Dura la reazione di Cosimo Borraccino, consigliere provinciale di Sel che afferma infatti di voler promuovere una class action: "da consigliere provinciale di Taranto avanzerò al nostro Presidente Florido, molto sensibile a questi temi sociali, formale richiesta in tal senso, non possiamo subire in silenzio o, nella migliore delle ipotesi solo protestare a parole, serve un' azione incisiva e quella della CLASS ACTION lo è: risarcimento economico a tutti i cittadini penalizzati da tale scelta"

Read more ...

http://2.bp.blogspot.com/_xbYHvEnVXEU/TGegGm1itkI/AAAAAAAAHDY/MEygc7PViNo/s1600/carabinieri_8.jpgIl giorno 15 ottobre u.s. il presidente del Consiglio ed il Governo tutto hanno ringraziato le forze dell'ordine per la professionalità ed il sacrificio posto in essere in occasione della manifestazione capitolina degenerata in guerriglia. Davvero troppa grazia! infatti, questo stesso Governo, il giorno prima, ha approvato all'unanimità , come peraltro sottolineato dallo stesso Ministro della Difesa, un disegno di Legge sulla stabilità con ulteriori tagli alle spese di ordine e sicurezza pubblica. Stranamente, però, il Governo non ha affatto dimenticato di inserire un comma per lo stanziamento di risorse per la Festa delle Forze Armate del 4 prossimo novembre. Un Governo impegnato a salvaguardare l'apparenza più che la sostanza.

Read more ...

http://www.mondoliberonline.it/site/wp-content/uploads/Catia-Polidori.jpgPrima la fiducia alla Camera, poi le nuove nomine che hanno allargato la compagine di governo: il consiglio dei ministri ha nominato i sottosegretari Catia Polidori (ex FLI) e Aurelio Misiti (ex PCI, ex IdV, ex MpA) viceministri. Giuseppe Galati è stato nominato sottosegretario all'Istruzione. Anche Guido Viceconte è stato nominato sottosegretario all'Interno, ma già prima aveva questo incarico, ma all'Istruzione.

UDC: SCHIAFFO A CITTADINI - Le nomine hanno scatenato proteste tra le fila dell'opposizione: «Finalmente Berlusconi ha dato la scossa all'economia che ci aspettavamo: una nuova infornata di incarichi ministeriali di cui nessuno sentiva il bisogno. È uno schiaffo ai cittadini italiani che vivono il dramma della crisi economica e una vergogna che ha il solo merito di rivelare al Paese il degrado di questo governo», ha affermato il segretario dell'Udc, Lorenzo Cesa, commentando le nuove nomine di viceministri e sottosegretari fatte oggi dal Cdm.

Read more ...