Un secondo cigno ,trovato morto nei giorni scorsi, è risultato positivo al virus dell'influenza aviaria, sono cosi' 2 i cigni colpiti da questo virus nel tarantino.

Domani, secondo quanto riferito dall’ufficio stampa della Ausl tarantina, giungerà nell’oasi Salina Monaci personale dell’Istituto nazionale per la fauna selvatica. I tecnici eseguiranno una prova-tampone sui 43 cigni reali presenti nell’oasi per accertare l’eventuale positività al virus dell’aviaria.

Presentato alla Borsa del Turismo di Milano il marchio Puglia, marchio definito "ombrello" per garantire la qualità e la tipicità di tutti i prodotti alimentari pugliesi, a partire dall'olio per arrivare alla pasta, al vino, ai formaggi...
Read more ...

Ieri verso mezzogiorno la notizia è diventata ufficiale, il cigno morto 10 giorni prima, era affetto da virus aviario. E' stato decretato il divieto di movimentare animali vivi per 21 giorni in tutta la provincia. C'è un cordone di protezione entro un raggio 3 km dal luogo in cui è morto il cigno, in questo raggio ogni allevamento verrà controllato. Segue un secondo cordone immaginario di 20 km di raggio, nel quale dovrebbero essere già partiti i controlli a campione negli altri allevamenti.....

Read more ...

Manutenzione stradale, l'innovazione tecnologica "alleata" della Provincia e di Taranto Isolaverde

L’innovazione tecnologica preziosa alleata di Taranto Isolaverde, braccio operativo della Provincia di Taranto, per migliorare la qualità degli interventi di manutenzione stradale: ieri , a Palazzo del governo, è stato presentato un sofisticato sistema di rivelazione catastale per “mappare” on-line tutta la rete viaria del territorio ionico che misura circa 1400 chilometri.
(continua.......)

Read more ...

"Mai più" (organizzato dal Consiglio Regionale pugliese, della Presidenza della Regione Puglia e dell'assessorato al mediterraneo) è un progetto creato per non far dimenticare e per far conoscere alle giovani generazioni pugliesi cosa è stata la Shoha, le leggi raziali, la persecuzione degli ebrei, il nazismo, per riflettere sulle vicende della guerra nazi-fascista e della lotta di Liberazione nazionale. E' una mostra itinerante che appunto viaggia su veri vagoni piombati, così come viaggiavano gli ebrei verso i campi di sterminio. Naturalmente l'ingresso è gratuita, la mostra è visitabile presso le stazioni ferroviarie dei capoluoghi di provincia pugliesi e gli appuntamenti sono questi:

   STAZIONI DI:

  • Lecce – 10 gennaio / 14 gennaio
  • Brindisi – 15 gennaio / 18 gennaio
  • Taranto – 19 gennaio / 23 gennaio
  • Bari – 24 gennaio / 30 gennaio
  • Barletta – 31 gennaio / 3 febbraio
  • Foggia – 4 febbraio / 8 febbraio

per maggiori info vi rimandiamo al sito del progetto: http://www.maipiu.org