Lega Nord lombarda - Ennesimo brutto colpo per i lùmbard

Lega Nord lombarda - Ennesimo brutto colpo per i lùmbard

http://blog.panorama.it/italia/files/2012/04/renzo-umberto-bossi-large.jpgVerifichiamo con questo articolo la performance elettorale del 2012 della Lega Nord dopo la pessima del 2011. Anche in questo caso cominciamo in rigoroso ordine alfabetico prendendo in considerazione i Comuni con più di 15.000 abitanti. Non si può non partire da Abbiategrasso, qui si andrà al ballottaggio tra Arrara (centrosinistra) che ha avuto un buon risultato con il 38.5% dei voti e Albetti (PDL) che ha ottenuto solo il 27%. La Lega nord si è posizionata quarta. Segue Arese che vedrà la corsa tra due settimane di Augurusa (centrosinistra) e Ravelli (liste civiche): qui la Lega è quinta dopo il PDL e i Grillini. Anche Buccinasco segue il copione, ci sarà infatti il ballottaggio tra Maiorano (centrosinistra) con il 39% e Cortinovi (PDL). La lega è quinta con il 6% dopo l'Udc e una coalizione di civiche.

A Cantù finalmente la Lega riesce a strappare il ballottaggio con Molteni che se la vedrà con Bizzozzero a capo di 7 civiche. Che i leghisti non prendano però troppo entusiasmo: a Cassano Magnago si ritorna con i piedi per terra. Vanno al ballottaggio Zaffaroni (sinistra) e Poliseno (PDL), la lega anche qui è fuori. A Castiglione dello Stiviere invece vanno al ballottaggio Volpi per una coalizione di civiche e Novellini per il centrosinistra, qui la Lega manca l'appuntamento per un soffio. A Cernusco sul Naviglio, importante Comune alle porte di Milano, il centrosinistra vince al primo turno: è sindaco Comincini con il 54.41% dei voti. La Lega Nord è terza con meno del 7%. Ma una delle beffe maggiori in Lombardia la Lega la trova a Como, qui Lucini (PD) con il 35% dei voti andrà al ballottaggio con Bordoli (PDL) che ha preso il 13%. La Lega è quinta con il 7%!

A Crema nemmeno a parlarne, il centrosinistra ha una vittoria storica al primo turno grazie al 50.6% preso da Stefania Bonaldi. la Lega è quarta dopo il PDL e i Grillini. Quindi passiamo a Desenzano del Garda dove Leso Rosa (centrosinistra) con il 28.45% va al ballottaggio contro Scamperle Renzo (liste civiche). Qui rimangono fuori i due candidati del PDL e della Lega. Situazione invece abbastanza buona per il PDL ad Erba, dove con il 46% di Tili Marcella concorerrà tra due settimane contro Spagnuolo del centrosinistra che si è fermato al 33%. Anche qui la Lega è fuori. Tutt'altra situazione invece a Garbagnate Milanese dove Pioli Pier Mauro (centrosinistra) si attesta sul 44% andando così al ballottaggio con il grillino Afker Matteo (11%). Qui la Lega è quinta.

A Legnano ci sarà invece il ballottaggio tra Centinaio (centrosinistra) che si è fermato al 34% e Vitali con il suo 32%. La Lega è quarta con il 12% mentre poi c'è Rifondazione con il 5%. Una sfida avvincente che seguiremo con interesse tra due settimane. A Meda invece la Lega (29.6%) centra il suo secondo ballottaggio in Lombardia; se la vedrà contro Caimi Giovanni (24%) del centrosinistra. Seguono con percentuali importanti anche i candidati del PDL (18%) e dell'UDC (15%). Anche in questo caso è abbastanza difficile quindi fare pronostici. A Melegnano ovvio ballottaggio tra Mezzi con il suo 40% (centrosinistra) e Bellomo (PDL) con il suo 35%. La lega qui è fuori dai giochi come al solito. Storico risultato poi a Monza, dove il centrosinistra con Scangatti (39%) costringe al ballottaggio il candidato del PDL Mandelli che si ferma al 20%. Quindi seguono la Lega Nord e l'UDC. Qui gli apparentamenti avranno un peso molto importante per la vittoria dell'uno o dell'altro schieramento. Vista la situazione Scangatti è comunque favorito.

Ottimo piazzamento del centrosinistra anche a San Donato Milanese dove Checchi Andrea è al 40%. Segue Zampieri al 29% mentre la Lega Nord si ferma al 3. Anche qui gli apparentamenti saranno fondamentali: c'è l'Udc che ha un prezioso 7.43% e Rifondazione che ha un buon 5%. A Senago invece ci sarà invece il ballottaggio tra Fois Lucio (centrosinistra) che ha ottenuto un ottimo 42% e il candidato della Lega Pase Riccardo con il 21. Quindi Sesto San Giovanni che propone un ballottaggio dall'esito abbastanza scontato tra Chittò (centrosinistra) che ha conquistato il 46% dei voti e Landucci (PDL) che ha il 17%. A Tradate ci sarà la sfida centro sinistra - Lega Nord dato che al primo turno entrambi gli schieramenti hanno ottenuto circa il 30% dei voti. Importantissimi in questo caso i possibili apparentamenti con l'UDC o con le Liste Civiche.