“Il passaggio della senatrice, Adriana Poli Bortone, nelle file dell'UDC, rappresenta un'occasione unica per Alleanza Puglia, pronta ad accogliere gli orfani di Io Sud per realizzare, concretamente e senza logiche di poltrone, un nuovo corso politico di attenzione al Sud”. È quanto dichiara il Consigliere della Regione Puglia, Antonio Buccoliero, sottolineando come il movimento politico di Alleanza Puglia, sia nato per una precisa volontà di tanti cittadini pugliesi, da un bisogno di “concretezza politica”, che è stato intercettato dallo stesso Buccoliero e dai consiglieri regionali Gigi Loperfido e Franco Visaggio.

“Con l'adesione della Poli all'UDC – prosegue Buccoliero – si apre un'immensa prateria per un movimento politico come Alleanza Puglia, che intende offrire un'alternativa alla solita politica legata a logiche di potere e di poltrone. Intendiamo {affiliatetextads 1,,_plugin}partire da quelli che sono i bisogni reali delle nostre comunità e che vengono posti alla nostra attenzione dagli stessi cittadini pugliesi, che non devono essere interpellati unicamente nel momento del voto, ma devono rappresentare una costante spinta propulsiva in una cammino di riforme e di certezze, nell'ottica di un progetto che non sia unicamente il Sud per il Sud, ma che punti sulla capacità di un confronto costante e produttivo.

“Onestà e impegno concreto – aggiunge il consigliere regionale - sono le motivazioni profonde, che spingono ad un lavoro che coinvolga in pieno i pugliesi. Non partiamo da cospicue risorse finanziare per imporci all'attenzione dei più, ma puntiamo, con assoluta trasparenza, a quanto di più importante esiste oggi in Puglia: i suoi abitanti e la loro forza di lottare, attuando una necessaria svolta che sia non solo economica, ma anche politica e culturale.
“C'è bisogno di nuovi entusiasmi – conclude Buccoliero - e dell'energia necessaria per dare corpo e anima alla voglia di fare. Una ragione in più per far sì che Alleanza Puglia sia pronta ad accogliere quanti intendono impegnarsi, senza “se” e senza “ma”, nel rilancio complessivo di tutto un territorio”.

(C) Corrieresalentino.it