Poli Bortone: “Con De Bartolomeo l’ex An sparisce del tutto”

Poli Bortone: “Con De Bartolomeo l’ex An sparisce del tutto”

http://www.ilpaesenuovo.it/pn2008/images/stories/adriana_poli_bortone.jpg«La designazione di Nicola De Bartolomeo a vicepresidente della Regione da parte del centrodestra, ove mai Rocco Palese fosse eletto, conferma ciò che vado dicendo da tempo, e cioè che gli spazi per gli ex aennini sono sempre più ristretti e sempre più mortificata è la rappresentanza e la storia stessa della destra pugliese». Lo dichiara Adriana Poli Bortone, candidata alla presidenza della Regione Puglia per Udc, Mpa e Io Sud. «L’ex Alleanza nazionale – spiega Poli Bortone – in Puglia ormai non conta più niente, a causa della scarsa considerazione che di essa ha la componente ex Fi.

Sarebbe bello sapere che cosa ne pensa di questa designazione Francesco Amoruso, che dovrebbe essere il segretario regionale del Pdl, con cui si compie l’ennesimo restrigimento degli spazi per la sua componente originaria: da oggi l’area ex An non potrà neppure aspirare ad avere la vicepresidenza e si avvia definitivamente verso la dissoluzione, malgrado avesse un peso rilevante fino a poco tempo fa». «Si illude Fitto – aggiunge la senatrice – se pensa che questa “acquisizione” possa costituire un segnale significativo per il mondo dell’impresa pugliese, orfana di attenzione da parte del governo nazionale non meno di quanto lo sia stata da parte del governo regionale, di centrodestra prima e di Vendola nell’ultimo quinquennio. Del resto, De Bartolomeo non ha mai mancato di criticare, e in modo anche assai aspro, il centrodestra, per cui non si capisce come farà da oggi a difendere se stesso dagli sguardi di chi noterà questa pensante contraddizione».

{affiliatetextads 1,,_plugin}«La presidente Emma Marcegaglia è stata molto chiara ieri – conclude Poli Bortone – quando ha chiesto che vadano a casa quegli amministratori “incapaci di gestire i fondi” per infrastrutture, ricerca, innovazione. In Puglia, a questo profilo corrispondono la passata giunta Fitto così come la giunta uscente di Vendola: non basterà una operazione di makeup a spostare il consenso degli imprenditori, soprattutto i piccoli e i medi, che alla politica chiedono risposte concrete, e non passerelle».

BARILIVE.IT