Sergio Blasi (mozione Bersani) pur non superando il 50 per cento dei voti alle primarie, è il nuovo segretraio pugliese grazie alla maggioranza dei delegati all'assemblea regionale. Dietro Blasi il segretario uscente, il sindaco di Bari Michele Emiliano. Terzo Guglielmo Minervini (mozione Franceschini) (di Lello Parise e Paolo Russo)...

Al termine di una giornata concitata con un risultato che ha visto Sergio Blasi della mozione Bersani sfiorare la soglia del 50%, lo scrutinio dei dati sui delegati avrebbe confermato la sua elezione a segretario del Pd pugliese. ''Il popolo delle primarie - ha detto Blasi in serata ai giornalisti - ha sancito che sono il segretario del Pd della Puglia'' rendendo noto di aver ricevuto le telefonate di Guglielmo Minervini (candidato per la mozione Franceschini) e del sindaco di Bari e segretario uscente Michele Emiliano che si era candidato alla riconferma fuori dalle mozioni nazionali.

''Incontrero' nelle prossime ore Minervini ed Emiliano - ha proseguito Blasi - perche' c'e' bisogno di mettere in campo subito un progetto di innovazione del Pd''. Da quanto si e' appreso Blasi avrebbe la maggioranza dei delegati a fronte del 49,12% dei voti a livello regionale, mentre Emiliano si e' attestato al 30,71% con uno scarto di 31mila voti, e Minervini al 20,16%.

E' da ricordare che Bersani ha ottenuto in Puglia il 57,78% dei voti delle primarie.

Il salentino Sergio Blasi (mozione Bersani) raccoglie il maggior numero di voti alle primarie di domenica: 81mila 948 (49 per cento). Secondo il sindaco di Bari Michele Emiliano con il 30,7 per cento (51mila 317). terzo l'assessore della giunta Vendola Guglielmo Minervini (mozione Franceschini): 20,2 per cento (33mila 736 voti). Per diventare segretario del pd pugliese Blasi dovrà ottenere il 50 per cento più uno dei delegati ecco perchè adesso sarà importante la ripartizione degli stessi delegati all'assemblea regionale formata da 126 membri. per evitare il ballottaggio blasi dovrebbe conquistarne 64.

Per la segreteria nazionale, su circa 100.000 schede scrutinate Bersani ha il 59,73% dei voti, Franceschini il 32,38 e Marino il 7,88. Per la segreteria regionale, i dati si riferiscono a circa la metà dei voti (78.083): Blasi ha il 58,42%, Michele Emiliano, sindaco di Bari e segretario regionale uscente non collegato ad alcuna mozione il 25% e Guglielmo Minervini il 16,57%

I risultati provincia per provincia
Sergio Blasi (mozione Bersani) vince la sfida delle primarie in cinque delle sei province pugliesi. solo in quella di Bari ha la meglio il sindaco del capoluogo e segretario uscente del Pd Michele Emiliano che ottiene il 43,6 per cento dei voti, mentre Blasi non va oltre il 33,4 per cento e Gugliemo Minervini (mozione Franceschini) raggiunge quota 22,9 per cento. Nella città di Bari in particolare, Emiliano sfiora quota 70 per cento: il 69,2, per la precisione. a Taranto, Blasi è al 56.5 per cento, Emiliano al 25,4 e Minervini al 18 per cento. A Brindisi, Blasi ha il 52,4 per cento, Emiliano il 32,2 e Minervini il 15,3. a Foggia, Blasi è al 56,9 per cento, Emiliano al 22,5 e Minervini al 20,4 per cento. Nella Bat, Blasi ha il 40,2 per cento, Emiliano il 31,5 e Minervini il 28,2 per cento. Infine nel Salento, Blasi conquista il suo miglior risultato con il 66,3 per cento, Emiliano ha il 18,4 per cento e Minervini il 15,2 per cento.

(C) Repubblica.it