http://www.albanesi.it/VMS/Imma/scienza2.jpgSiamo persone impegnate nella ricerca per passione ed amore della conoscenza e per offrire alla società idee, dati e materiali che possano promuovere la cultura, l’economia ed il progresso. Siamo abituati a lavorare collettivamente, appoggiandoci ai risultati dei nostri colleghi, consapevoli che la ricerca è essenziale per progettare il futuro del nostro paese. Siamo perciò molto preoccupati perché in quasi tutta Italia la politica taglia le risorse per la Scuola, l’Università e la Ricerca e, così facendo, distrugge le prospettive per i nostri giovani e prepara un destino di decadenza per il nostro Paese. In questo panorama desolato la Puglia ha rappresentato un’importante eccezione, dando alle altre regioni italiane un esempio da seguire.

Read more ...

http://www.senzacolonne.it/immagini_sito/politica2/angelo_sanza.jpg"L'Unione di centro sostiene la candidatura di Adriana Poli Bortone alla presidenza della Regione Puglia senza 'se' e senza 'ma'". Lo affermano in una nota congiunta i parlamentari dell'Unione di Centro Angelo Cera, Lorenzo Ria, Salvatore Ruggeri, il presidente del gruppo Udc della Regione Puglia Antonio Scalera e i consiglieri regionali Carlo Laurora e Giannicola De Leonardis.

"In queste prime settimane di campagna elettorale ha dimostrato di ottenere un consenso straordinario. Questa è la linea del partito, tutte le altre sono posizioni personali che non ci soffermiamo a commentare", concludono.

APCOM

Molfetta- Si terrà giovedì 11 marzo alle 19 presso la sala conferenze "Beniamino Finocchiaro" della Fabbrica di San Domenico un incontro, organizzato da Sinistra Ecologia e Libertà per discutere di "Puglia, territorio, ambiente ed ecologia, occupazione". L'incontro sarà introdotto dal consigliere comunale Mauro de Robertis. Concluderà l'assessore regionale al Lavoro e alla Formazione Professionale, Michele Losappio.

La Puglia continua a meritarsi l’appellativo di laboratorio politico. Ma, in occasione della definizione del candidato del centrosinistra, ha rischiato di somigliare a quello di un alchimista pasticcione piuttosto che a quello di un chimico. Laddove la differenza tra alchimia e chimica sta nella approssimazione della prima a favore della precisione della seconda. Sì, è vero, anche la chimica non è una scienza esatta, ma è anche vero che la chimica è ancora oggetto di Premio Nobel, mentre la al-khymeia è archiviata come ingenua precorritrice della moderna scienza, oggi buona soltanto per ambientarci romanzi fantastici e film di maghetti intraprendenti. Quanto accaduto nel centrosinistra pugliese, e mi riferisco all’ostracismo versus Nichi Vendola che ha preceduto le primarie del centrosinistra, indicava che si è persa la sana e democratica pratica del fare politica nella sociale e nelle sezioni di partito, preferendo le ovattate e segrete stanze dei soliti noti, lontane dalla strada e cioè dai problemi che la difficile realtà quotidiana impone ai più.

Read more ...

NARDÓ - Gente di tutte le età, uomini e donne, diversi ceti sociali: Nichi Vendola ha richiamato tanta gente nel comizio che si è svolto ieri sera in Piazza Salandra. Nonostante il freddo. Chiede di raccogliere le richieste di ogni cittadino che voglia esporle, invita sul palco i rappresentanti dei lavoratori del Consorzio dell'Arneo e della Tecnhical Center (tra precarietà e cassa integrazione guadagni), risponde a chi dal pubblico suggerisce e presenta istanze. Fa commuovere: alla fine del comizio (cinquantadue minuti piacevoli) guardandosi attorno si vede gente commossa, alcune signore con le lacrime agli occhi, altre persone almeno con gli occhi lucidi. E pensare che qualcuno voleva far mettere da parte l'unico leader rimasto a sinistra. Solo per voi, ecco il *VIDEO INTEGRALE* registrato da Porta di Mare.

Read more ...

Come in molti avevano previsto, le convulse vicende di questi giorni riguardo alla presentazione delle liste per le regionali, hanno finito con l'influire negativamente sul grado di popolarità del Governo. Facendolo ulteriormente calare — dopo la diminuzione già rilevata il mese scorso— di altri 4 punti. E assestando l’indice di consenso poco sotto il 39%, quando, a dicembre scorso, subito dopo l'aggressione al Cavaliere in Piazza del Duomo a Milano, esso aveva superato il 50%. Siamo giunti dunque ad uno dei livelli più bassi mai registrati per l'esecutivo guidato da Silvio Berlusconi. Il calo più consistente di popolarità non si è manifestato tra gli elettori di centrosinistra (ove, ovviamente, i giudizi positivi sul Governo sono già molto bassi e non possono decrescere più di tanto), ma, specialmente nel cuore dei segmenti che tradizionalmente sostengono la coalizione del centrodestra. In particolare, tra gli stessi elettori del Pdl la quota di chi esprime un’opinione positiva sull' operato del Governo è scesa dal 93% di inizio febbraio al 76% di inizio marzo, con una diminuzione del 17%.

Read more ...

Nichi  Vendola (Olycom)Nichi Vendola fu la grande sorpresa delle elezioni regionali del 2005. Quando scese in campo pochi pensavano che un esponente di Rifondazione comunista avrebbe potuto diventare presidente della regione Puglia. Invece prima prevalse su Francesco Boccia nelle primarie della coalizione di centro-sinistra e poi – evento ancora più inatteso – sconfisse Raffaele Fitto che era il presidente uscente e che nelle elezioni regionali del 2000 aveva battuto il candidato del centro-sinistra con un distacco superiore ai dieci punti percentuali. Sono passati cinque anni e il copione potrebbe ripetersi. Anzi, in parte si è già ripetuto perché di nuovo il Pd ha voluto le primarie per bloccare la ricandidatura di Vendola e di nuovo ha ripresentato in campo quel Boccia che Vendola aveva già sconfitto nel 2005.

Read more ...

Più della metà dei pugliesi vota perché Nichi Vendola ritorni ad essere il presidente della Regione. Nonostante i partiti. Sì, insomma, come direbbe Totò lo voterebbe a prescindere. Così come più della metà dei pugliesi, un´altra volta, prevede che la battaglia amministrativa di fine marzo la vincerà il rivoluzionario gentile. E, questo, indipendentemente da come la pensano gli elettori e dalla scheda che depositeranno nelle urne. Quando mancano tre settimane all´apertura dei seggi, il sondaggio Ipr marketing per Repubblica rivela il dominio senza se e senza ma del governatore rosso. Vendola, attestato al 46 per cento, vanta un distacco di quattro punti su quello che era e resta l´avversario più temibile: il competitore del Pdl Rocco Palese. Nei confronti del classico terzo incomodo che veste di panni di Adriana Poli Bortone (Udc-Io Sud), il distacco s´impenna fino al 34 per cento. Non c´è partita, infine, con il quarto e ultimo antagonista: Michele Rizzi, per Alternativa comunista, ha un consenso grande quanto un prefisso telefonico, lo 0,1 per cento.

Read more ...

Sabato prossimo, al teatro Piccinni, verrà presentata la squadra che sosterrà il governatore regionale nelle elezioni del 28 e 29 marzo prossimo. Almeno per quanto riguarda i capolista la situazione sembra essere abbastanza definita. Come anticipato da Barilive.it, Raffaele Nigro guiderà la lista per Bari. Nella Bat, invece, la scelta è caduta sull'ex sindaco di Andria Vincenzo Zaccaro. A Brindisi spazio al segretario Cgil Leo Caroli. Il sociologo Franco Chiarello sarà capolista a Lecce insieme all'uscente Donato Pellegrino e a Gianni Scognamillo. Mentre a Taranto la scelta è caduta sul vice sindaco Alfredo Cervellera, l’assessore provinciale Franco Gentile, e il consigliere regionale uscente Mino Borraccino.

Read more ...

La Puglia  per Vendola “Una squadra eterogenea – ha sottolineato il capolista della Lista La Puglia per Vendola Dario Stefàno – che proprio nella diversità dei profili trae la sua forza per rappresentare quel pezzo di Salento che vuole proseguire e migliorare il cambiamento avviato cinque anni fa”. Quattro le donne in lista: Paola Balducci, dal maggio 2005 al giugno 2006 Assessore al Diritto allo Studio della Regione Puglia; Roberta Culiersi segretario regionale del Movimento repubblicani europei e consigliere comunale uscente del comune di Maglie; Federica De Giorgi, la più giovane con i suoi 24 anni, studentessa leccese, Dj e Pr di eventi a sfondo sociale e Maria Stefania Donateo, biologa di Carpignano, ricercatrice in materia ambientale, alla sua prima esperienza politica. Al debutto anche Antonio Galati, notaio di Galatina, insieme al 26 enne Roberto Paladini, studente di Ingegneria Industriale, premiato agli Europea Eurawards di Bruxelles per un brevetto di invenzione industriale sulle tecnologie fotovoltaiche...

Read more ...

C'è tempo da questa mattina alle 8 e fino a domani alle ore 12 per consegnare le liste definitive con i nomi dei candidati al Consiglio regionale alla Corte d’Appello e ai tribunali. Le ultime ore, come è noto, sono quelle più febbrili: con giochi di prestigio i candidati appaiono e scompaiono all’ultimo minuto utile. Sono 56 i consiglieri che verranno eletti dalle urne, oltre il presidente, gli altri 13 verranno assegnati con il premio di maggioranza: 70 in tutto. Tuttavia la ripartizione per provincia prevede un surplus di seggi oltre i 56 così suddivisi proprio per poter assegnare il premio: 11 a Foggia, 21 a Bari, 6 nella Bat, 7 a Brindisi, 14 a Lecce, 10 a Taranto. Il più avanti nei lavori è il comitato del presidente uscente Nichi Vendola che in giornata consegnerà le liste di Sel e quella del presidente. In affanno, invece, i grandi partiti: Pd e Pdl solo domani saranno in condizione di consegnare i propri elenchi perchè diverse posizioni sono ancora da chiudere.

Read more ...